Utente 169XXX
Gentili medici buongiorno. In seguito ad un periodo prolungato piuttosto stressante (problemi in famiglia e altro) da un pò di tempo mi capita di "sentire" battiti irregolari e, da bravo ipocondriaco, non Vi nascondo che mi spaventano un pò; stamattina, dopo l'ennesima sensazione di "irregolarità" accompagnata pure da qualche colpetto di tosse (sensazione di respiro corto) sono stato dal mio medico di base il quale, dopo una veloce e superficiale visita, mi ha prescritto Inderal 40mg dicendomi "ne assumi 1/4 verso metà mattina e piantala di scandagliare riviste ed internet alla ricerca di ciò che non hai!" (Simpatica come risposta quanto un dito schiacciato sulla porta).
Leggendo le indicazioni in effetti tra le tante, c'è pure scritto tachicardia su base ansiosa. Francamente mi aspettavo che tale medico mi prescrivesse un ciclo di analisi di routine, un' elettrocardiogramma ed invece mi ha liquidato così; non si è nemmeno scomodato a misurarmi la pressione (forse sapendo che quelle volte che lo ha fatto, è risultata sempre un pò alta causa "effetto camice bianco"). La mia domanda a questo punto è, posso assumere il "quartino" di Inderal senza una consulenza cardiologica? Non che io sia contrario ad assumere medicine anzi, ma tanta leggerezza mi ha lasciato a dir poco perplesso. Nel ringraziarVi in anticipo per l'attenzione, Vi saluto e resto in attesa di un Vostro parere.
Un'utente stufo di sentirsi trattato da "malato immaginario". (Come se non si soffrisse ed invece a volte è un'inferno!)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' opportuno che lei esegua un HOLTER CARDIACO delle 24 ore, non perche' il "quartino di Inderal" sia velenoso..quanto per una piu' precisa somministrazione del farmaco, eventualemente ne avesse davvero bisogno.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Egregio dottor Cecchini, La ringrazio per la risposta e mi scuso sin d'ora per il ritardo ma causa temporali nella mia zona (sembravano più fortunali tropicali!) ci sono stati parecchi problemi alle linee telefoniche.
Tornando al mio consulto a cui Lei ha gentilmente risposto, sono tornato dal medico di famiglia per chiedere di effettuare un Holter Cardiaco ma come da copione, c'è mancato poco che mi sbattesse fuori dalla porta. Rettifico pure il pessimo termine che ho usato nella posologia prescrittami di Inderal e cioè "quartino"; definire così una terapia in effetti ricorda più tutt'altro genere di cose quindi chiedo venia.
Ora non sò se è pura suggestione o magari 1/4 di Inderal al giorno possa essere efficace in casi come il mio, tuttavia da quando ho cominciato ad assumerlo quei battiti strani che mi capitava di sentire si sono diradati parecchio. Nel ringraziarLa per la Sua disponibilità e aggiungo pure simpatia, Le porgo i miei più distinti saluti. Con stima.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
SicurAmente piccole dosi di beta bloccante la fanno stare meglio. Ma è come sparare a qualcosa che si muove dietro ad un cespuglio. Non sappiamo se le munizioni Son quelle giuste. Ecco perche le consigliavo un holter. Cordialità
Cecchini