Utente 205XXX
Salve,sono un ragazzo di 21 anni diabetico da 13 anni.Recentemente a causa di una frattura all'omero sinistro sono stato sotto esame in ospedale e attraverso un ecg mi è stata diagnosticata una sindrome di wolff parkinson white asintomatica.
Ora,vorrei chiedervi essendo una sindrome congenita,è possibile che in anni di ecg e controlli vari non si siano mai accorti di questo ? l'unico difetto riscontrato precedentemente era una turbe della conduzione intraventricolare dx che non ha mai suscitato preoccupazione nei dottori.vorrei sapere cosa ne pensate,grazie e buona serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non può essere escluso che si tratti di una sindrome di WPW intermittente, che cioè si renda evidente all'ECG solo in determinate circostanze.
Sarà compito del cardiologo di fiducia indirizzarLa, se a suo giudizio ne ravvedesse la necessità, ad eseguire eventuali ulteriori accertamenti.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
l'ecg in questione è stato svolto in pronto soccorso ed è l'unica cosa riguardante il cuore che ho fatto.per il resto ho avuto un brevissimo colloquio preoperatorio con il cardiologo che mi ha semplicemente chiesto se avessi dei sintomi e mi ha raccomandato di continuare i controlli per il diabete.E'questo che mi ha preoccupato,mi è sembrata un pò superficiale come cosa,comunque la ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E infatti sembra un po' superficiale anche a me.
Richieda la copia del tracciato ECG eseguito al Pronto Soccorso, e la sottoponga ad un cardiologo di Sua fiducia che potrà eventualmente indirizzarLa verso eventuali approfondimenti diagnostici.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
ho trovato una copia del tracciato,c'è scritto
ritmo sinusale normale
freq 73
PR 140
QRSD 118
QT 422
QTc 465

ASSE
P -30
QRS -47

wolff parkinson white TIPO B onda DELTA,FORZE INIZIALI INDIETRO

ecg anormale non confermato da riesaminare
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Confermo le mie perplessità dopo aver preso visione dei parametri da Lei riportati, alcuni dei quali non corrispondono a quelli caratteristici della sindrome di Wolff-Parkinson-White.
Ad esempio, l'intervallo PR deve essere inferiore a 120 millisecondi (mentre Lei riporta 140), la durata del QRS in genere è superiore a 120 millisecondi (a Lei risulta 118).
Le confermo quindi la necessità di sottoporre il tracciato "dal vivo" ad un cardiologo di Sua fiducia per la conferma della diagnosi che al momento mi pare almeno incerta.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso per non aver dato più notizie.Proprio ieri ho effettuato una visita cardiologica come da lei consigliato con ecg e ecocardiogramma.
I risultati sono i seguenti :
E.O. Nulla da segnalare

E.O.C. toni cardiaci ritmici.Polsi periferici presenti
E.O.P. nei limiti
ECG ritmo sinusale a freq media 90/m. PQ nei limiti. DAsx

QT 320 Fc 90 QTc 392 msec. P.A. 140/80

Ecocardiogramma mono/bidimensionale e colordoppler
DTD 50 DTS 30 SIV 11 PP 11 FE 70% ATRIOSX 35 AORTA 32

ecocard.nei limiti fisiologici

Conclusioni
Sindrome di WPW

consigliato ECG dinamico sec. Holter

La conclusione è stata comunque tratta dalla lettura del vecchio ecg dato che non è risultato niente in questo appena effettuato.
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'esecuzione di un ECG Holter mi sembra un'ottima idea. Dopo averlo effettuato, se vuole, ci faccia sapere la diagnosi.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Buona sera Dr.Fedi ho appena ritirato i risultati dell'holter;di seguito le scrivo il riepilogo.

Ritmo sinusale con wondering del PM durante le ore notturne e pause sinusali di max 1,8 sec (sospetti episodi notturni di BSA);fc compresa tra 38 /m e 136 /m con frequenza media di 72/m.
PQ nei limiti.QTC nei limiti.
Due ExVe isolate monomorfe con NV min. 394 msec
rare ExVe isolate (36) talora organizzate in bigeminismo.
Assenza di modificazioni della ripolsrizzazione di tipo ischemico
QRS stretto;non evidenti complessi QRS con onda delta.

Monitoraggio proseguito per 23 h 59 m con fc media di 72 e minima di 38 BPM verificatasi alle 5.49.31 e una frequenza max di 136 alle 1.51.44


Si è rilevata un'attività ectopica ventricolare di 2 battiti dei quali 2 erano PVC singoli

il ritmo del paziente comprendeva 10 h 39 min 13 sec di bradicardia con fc minima di 38 alle 5.43 e con durata di 6 m 39 sec

ritmo del paziente comprendeva 1 h 14 min 29 sec di tachicardia.l'ep di tachicardia con maggiore freq si è verificato alle 1.51.12 con una durata di 2 m 3 sec e fc max di 136 BPM

Rilevata attività ectopica sopraventricolare che era di 36 battiti dei quali 33 erano PAC singoli,3 erano in bigeminismo.

l'intervallo R-R più lungo è stato di 1,8 secondi verificato alle 5.49.25.
l'intervallo N-N più lungo è stato di 1,8 secondi e si è verificato alle 5.49.26


In conclusione mi ha comunque consigliato di effettuare uno studio elettrofisiologico con calma,dato che anche se rari ho avuto qualche episodio di tachicardia precedentemente.

se ha qualche dubbio a riguardo o vuole dati più precisi mi faccia sapere.La saluto e la ringrazio anticipatamente.


[#9] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'ECG Holter mostra un reperto sostanzialmente privo di caratteristiche patologiche per lì'età.
Sono d'accordo col Suo medico circa l'opportunità di eseguire lo studio elettrofisiologico, senza carattere di urgenza ma in tempi ragionevoli.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
il cardiologo mi ha consigliato di aspettare per la rimozione del fissatore esterno che avverrà credo fra un paio di mesi e di ricontattarlo in quel momento.Ne approfitto per chiederle se magari lei è a conoscenza di qualche buon centro in Puglia;mi scuso se sono così assillante e le auguro una buona giornata.
[#11] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Concordo col consiglio del collega cardiologo.
Per quanto riguarda la sede dell'esecuzione dello studio elettrofisiologico in Puglia non sono in grado di dare indicazioni precise, ma in linea di massima posso consigliarLe di rivolgersi presso Centri di elettrofisiologia ospedalieri o universitari dove questo esame (ormai di routine) potrà essere eseguito senza problemi.
Il collega cardiologo di Sua fiducia, comunque, potrà indirizzarLa con maggiore precisione.
Cordiali saluti