Utente 425XXX
Da anni ho dei dolori al polso dx. Mi spiego meglio: ho un dolore al polso non acuto, ma quasi costante nel tempo (quindi sempre presente).
Spesso poi sento rumore di “ossa che scricchiolano”.
Inoltre a volte devo accompagnare con l’altra mano il polso in questione, come se mi si spostassero le ossa e quindi devo farle “scattare”. Capita che mi sveglio anche la notte per fare quest’operazione. Se non la faccio sembra come se il polso si blocca poiché non ha movimento e il dolore è maggiore.
Anni fa sono andata dall’ortopedico. Mi ha fasciato la mano fino all’altezza del gomito, ma non ho risolto nulla. Quando ha tolto la fasciatura rigida ha detto che se il problema continuava dovevo effettuare un’ecografia al polso con sospetto di microcisti tra le ossa del polso.
Ora dovrei decidere se fare l’ennesimo controllo (con la paura di non riuscire a risolvere il problema).
Aggiungo infine che ho sempre lavorato al computer (non vorrei aver peggiorato il problema, sforzando il polso).
Secondo voi cosa può essere? Se mi reco dal mio medico, non so se posso far sentire il rumore e lo “scatto”, poiché questo non avviene sempre, ma ogni tot minuti circa.
Attendo vostre notizie.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

io farei intanto una risonanza magnetica e, se questa dovesse risultare negativa, bisognerà pensare ad una indagine "dinamica", cioè con il polso in movimento, nella speranza di poter documentare l'esatta natura del problema.

Senza una diagnosi certa, non è possibile fare una terapia risolutiva, ma solo sintomatica.

Cordiali saluti.