Utente 205XXX
Salve,
ho 25 anni ed nel mese scorso ho effettuato un'analisi del liquido seminale, da cui sono emersi i seguenti valori:
Volume: 2 ml
Fluidificazione, Viscosità e colore: regolari
Coaguli: assenti
pH: 7,2
Conc.: 25 milioni (50 milioni totali)
Motilità PR: 9 %
Motilità NP: 46 %
Motilità IM: 45 %
Vitalità: 80 %

Morfologia
Anomalie della testa: 30 %
Anomalie della placca: 32 %
Anomalie del flagello: 8 %
Forme ideali: 30 %
Cellule rotonde: 2 milioni
Rilevati rari leucociti ed emazie

Responso: modica astenozoospermia.

Come si evince dal referto (Centro Sanitario dell'Università della Calabria)è stata riscontrata una modica astenozoospermia (dettata dal valore PR) ed una teratogenicità al limite, considerando come valore soglia un 30 % di spermatozoi con forme ideali.

Pur non essendo, allo stato attuale, una situazione drammatica, ho delle preoccupazioni in relazione alla mia non veneranda età (25 anni): le problematiche rinvenute dall'esame, seppur contenute, possono progredire con il passare degli anni? Inoltre sarebbe consigliabile effettuare un secondo esame, correlato magari a una spermiocoltura, al fine di rilasire ad eventuali influenze di natura batterico-virale?

Vi ringrazio sin d'ora per la disponibilità.

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
è necessario capire se è possibile individuare la causa di questa sua alterazione del liquido seminale eventualmente aggiungendo se non lo ha già fatto un ecocolordoppler scrotale ed un esame del cariotipo con successiva valutazione andrologica; solo dopo si potrà poi fare una stima del possibile peggioramento dello spermiogramma nel tempo.