Utente 205XXX
Buonasera,
ho 29 anni e soffro di insufficienza venosa (così come mia madre e mia nonna).
Per questo da maggio a settembre faccio una cura (microcomplex forte e arvenum) per alleggerire i sintomi, d'inverno invece uso le calze a compressione graduata.
Soffro di capillari fragili e ho fatto delle sedute di scleroterapia.
Per questo mi è sempre stato consigliato di non prendere la pillola visto il problema.
Vorrei sapere se è possibile far visite più approfondite per l'insufficienza venosa e capire se è possibile prendere la pillola(magari tra le più leggere) anche perchè i consigli dei medici che ho consultato risalgono a circa 4 anni fa .
Vi ringrazio per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
L'effetto della pillola sulle affezioni venose è molto variabile da soggetto a soggetto e non è possibile prevederne preventivamente le interferenze negative in questo senso.
E' possibile, anzi obbligatorio, invece effettuare uno screening ematologico per testare eventuali diatesi trombofiliche che controindicherebbero l'assunzione di estroprogestinici.