Utente 205XXX
Ho 36 anni, non uso anticoncezionali, mai usati, sono in sovrappeso e sto seguendo una dieta da 1 mese, però sono preoccupata avendo ritirato oggi le analisi e avendo i seguenti valori alti:

Acido urico 6.7
Colesterolo 264
Colesterolo Hdl 41
Trigliceridi 194

Tutto il resto è nella norma, compresa la tiroide.

Fumo 5-6 sigarette al giorno e per via del mio stile di vita non riesco a frequentare una palestra, ma solo ciclette in casa e qualche passeggiata a passo veloce.

La mia preoccupazione e ansia nasce dal fatto che mio padre è morto prematuramente di infarto.
La mia pressione è normale o tendente al basso, alterno momenti di 120/80 ad altri di 95/50.
Valore del fegato , Amilasi, e Tsh nella norma.
Il medico minimizza dicendo di eliminare solo la carne rossa e fare più movimento.
Secondo lei dovrei rivolgermi a qualche specialista del metabolismo?
Grazie. Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

Dai valori del profilo lipidico che ha riportato, si evince che il Suo colesterolo "cattivo" è circa 184 mg/dl.

Essendo lei un soggetto a rischio cardiovascolare medio-basso (circa 8% in dieci anni) i recenti orientamenti delle società scientifiche internazionali consigliano:

- Dieta ipocalorica
- Attività fisica quotidiana

Se dopo 3 mesi dal cambiamento dello stile di vita i valori risultassero ancora elevati e non si fosse ancora raggiunto il target terapeutico di LDL pari 160 mg/dl, può essere, solo allora, presa in considerazione l'introduzione di terapia farmacologica ipolipidemizzante.

Cordiali Saluti