Utente 144XXX
Salve,sono un uomo di 40 anni e a seguito di dimagrimeti passati anche importanti (sia a 20 anni di circa 15kg dopo una dieta fai da te, che a 34 dopo problemi di disfalgia nervosa e malassorbimento cibo di circa 20kg)mi ritrovo con varie smagliature, alcune più profonde, altre più ridotte.
Dopo aver recuperato peso forma e fatto palestra per 5 anni per ricostituire i muscoli che mi ero "mangiato" mi sono rivolto ad un paio di dermatologi che mi hanno spiegato, quello che ho letto nei consulti già presenti sul sito: le smagliature non spariscono e me le tengo e amen. Il mio scopo adesso che sto aumentando la tonicità muscolare è quello di non peggiorare la situazione: devo mettere il rilastil mattina e sera (a parte il periodo del mare dove la combinazione con le creme solari mi è stata sconsigliata), posso mangiare cibi o mettere oli (olio di mandorle etc..) che possono ridurre il rischio di peggiorare la situazione? Visto che ho intenzione di aumentare anche l'attività aerobica, introduco altri fattori di rischio? In sintesi è il dimagrimento o l'aumento muscolare che provocano le smagliature e che modi ci sono per prevenire o peggiorare le smagliature. Vi ringrazio per le indicazioni che vorrete gentilmente darmi.
[#1] dopo  
Dr. Marco Spagnoletti
24% attività
0% attualità
12% socialità
LACCO AMENO (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Egregio Utente,
è innanzitutto indispensabile fare un poco di chiarezza.
Le "smagliature" rappresentano la conseguenza di una progressiva riduzione della qualità (ma anche parzialmente della quantità) del collagene prodotto dalle cellule del tessuto dermico e che ha come conseguenza la riduzione della resistenza di questo tessuto alle sollecitazioni meccaniche, soprattutto se rapide ed eccessive.
In pratica, un'attività sportiva intensa che stimoli rapidamente lo sviluppo della muscolatura corporea, in soggetti con predisposizione alla "debolezza" del derma a tali sollecitazioni, è una delle cause che può provocare la comparsa delle smagliature.
Quali sono i fattori predisponenti a tale debolezza?
Innanzitutto fattori genetici legati proprio alla qualità del collagene prodotto, e poi fattori ormonali consistenti in un eccessiva attività della ghiandola cortiso-surrenale che, influenzando l'attività delle cellule dermiche, interferirebbe con la qualità del collagene prodotto.
Per concludere, io credo che lei abbia compiuto più di un errore in successione: dapprima con il rapido dimagrimento che senza dubbio le ha causato squilibri anche di tipo ormonale, e poi con l'intensiva attività muscolare che le ha provocato un'eccessivamente rapida distensione dei tessuti.
Il consiglio che mi preme darle è senza dubbio di correggere la dieta, equilibrandola con l'aiuto di uno specialista, di praticare una buona attività sportiva aerobica che le dia uno sviluppo armonico e completo della muscolatura (es.: nuoto), e di utilizzare con regolarità creme elasticizzanti cutanee al fine di rendere la pelle "più elastica". Infine, sulle smagliature esistenti potrebbe sperare di ridurne l'impatto visivo con delle sedute di laser CO2 frazionato, ma abbandoni l'idea di poterle vedere scomparire totalmente.
Distinti Saluti
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore,
La ringrazio per la gentile e dettagliata risposta.
Quindi, seguendo i suoi consigli, utilizzerò delle creme tipo Rilastil sulle smagliature (non ho capito se devo invece farlo su tutto il resto del corpo a livello preventivo), cercherò di mantenere una dieta equilibrata rapportata all'attività fisica che non mi faccia né ingrassare né perdere peso, e mi informerò su queste sedute di laser co2 frazionato che non conosco.
grazie ancora