Utente 205XXX
Il 20 di aprile, mia madre tornando dalla campagna si accorge di avere una zecca in testa. Il proprio medico le toglie la zecca usando gli accorgimenti di prassi (alcol e pinzettina). Le viene prescritto 5 giorni di antibiotico. Il 03 maggio, quindi, mia madre si sveglia al mattino con un forte dolore nella parte dove era stata punta. Ovviamente va di nuovo dal proprio medico, che può appurare che nella zona dove era stata punta si è formato un'infezione grande quanto un cent, e che il cuoio capelluto si presentava di colore rossastro. Viene disinfettata tutta l'area interessata e le prescrive un antibiotico chiamato "ABBA". Il giorno seguente, al mattino mia madre si risveglia con parte della fronte e di un occhio gonfi, ma senza alcuna febbre.Immediatamente, la porto al pronto soccorso dell'ospedale, dove viene visitata da due infettologi. Entrambi, dicono che trattasi di trauma post puntura di zecca o anche potrebbe trattarsi da reazione allergica all'ABBA e le prescrivono Macladin 500 e Minocin 100, due volte al giorno per 7-8 giorni. Però il problema dei gonfiori al viso persistono ed anzi il gorfiore sembra spostarsi dagli occhi al naso e stamattina (05 maggio) alle guance. Nonostante, i dottori del pronto soccorso siano stati molto cauti dando anche il Minocin 100 nel caso potrebbe trattarsi della malattia di Lyme, io sono molto preoccupato da questi gonfiori sul viso. Di cosa potrebbe trattarsi, può essere solo una reazione post traumatica dell'infezione e quindi stare tranquilli??.
Certo di una risposta esaustiva, ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
io credo che il caso necessiterebbe di una visita dermatologica, perchè le ipotesi diagnostiche sono più di una ed è possibile che chi l'ha vista si sia anche fatto fuorviare dal precedente della puntursa di zeca. Non ci ha detto se sua madre ha dolori o oprurito, per esempio, o se inizia qualche mmodificaziobne cutanea nella zona colpita. Direi che sarebbe meglio recarsi presso un buon centro dermatologico, con buoni ed esperti professionisti. Poi fateci sapere, se avete piacere

saluti
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto, grazie Dottore per la Sua risposta.
No, in effetti, cosa strana che non ha ne pruriti, ne dolori, nelle parti che si sono gonfiate. Unica cosa che stamani notavo un rossore che somigliava moltissimo ad un eritea da sole, ma mi dice mia madre che avverte un piccolo surriscaldamento e nient'altro.
Comunque seguirò il Suo consiglio, di una visita dermatologica (pensavo anche ad un esame ematomichimico)
La ringrazio calorosamente e La saluto.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Aggiungerei che, rioguardo agli esami li indichi, qualora vengano ritenuti necessari, lo specilista che vorrà consultare.


saluti