Utente 205XXX
Gentili Dottori,

qualche giorno fa lavandomi le parti intime, ho notato un rigonfiamento improvviso ed anomalo del prepuzio una volta ricoperto il glande.
Preoccupato della anomalia mi sono recato da un urologo che mi ha detto potesse trattarsi di un restringimento del prepuzio e di non avere rapporti fino a quando non ottenga una normale scorrevolezza dello stesso.
Sinceramente noto nella pelle del crepuzio un rigonfiamento da liquidi come se si fosse rotta una vena o un capillare al suo interno e ogni qualvolta tento di aprire il pene si accentua per poi riassorbirsi gradualmente ma non del tutto. Oltretutto noto una specie di edema a ridosso della vena principale della pelle crepuziale sul lato sinistro del pene sopra il glande. Per tale motivo non mi soddisfa la risposta dell'urologo sul "restringimento del crepuzio" e chiedo a voi un parere. Oltretutto ho un po' di timore a provare la scorrevolezza del prepuzio per evitare un ulteriore rigonfiamento.
Ho 37 anni e da 20 circa ho frequenti rapporti, l'ultimo proprio il giorno prima del manifestarsi dell'episodio.
Congenitamente so di poter avere un prepuzio stretto visto che mio padre dovette operarsi per lo stesso problema all'etá di 16 anni ma dopo tutti i rapporti che ho avuto in vita mia credo che la pelle sia diventata molto elastica e soprattutto non ho mai avuto nessun problema nei rapporti.

Ringraziandovi anticipatamente per le vostre risposte, vi invio i miei saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
20% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, con tutti i limiti di un parere dato via mail , da quanto Lei racconta sembra trattarsi proprio di un problema di fimosi che andrebbe risolto con un intervento chirurgico. Questo problema può comunque , non essere congenito e manifestarsi nel corso degli anni nonostante una normalità precedente.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Dott. Seveso,

prima di risolvere il problema per via chirurgica potrei tentare una terapia medica con antimicotici o antinfiammatori? Non associandolo direttamente al problema, da qualche tempo ho comunque prurito alla base del pene e non so se puo essere un fattore causale di eventuale fimosi.
Il problema per sua informazione l'ho avuto ieri per la prima volta e la sera ho effettuato un controllo medico.

La ringrazio ancora per la Sua disponibilitá

Saluti