Utente 128XXX
sono da 10 anni controllato per un insufficenza aortica di grado moderato severo.
2 mesi fa in seguito a episodi di dispnea,anche notturna a riposo il cardiologo mi ha fatto fare per sicurezza una risonanza cardiaca con contrasto e un holter.
Per quanto riguarda l'holter tutto negativo mentre da 10 giorni ho l'esito della risonanza che evidenziava un peggioramento.
fino a metà dicembre avevo,con l'esame ecografico di controllo annuale(fatto a niguarda),aorta bicuspide,insufficenza di grado 3+ su una scala di 4+,bulbo aortico 40mm aorta ascendente 40mm a 4 cm dal piano valvolare,ventricolo sx di normali dimensioni endocavitarie e spessori parietali conservati.funzione sistolica globale conservata 56%,non evidenziate alterazioni significative dell'ispessimento sistolico regionale.invece la risonanza di inizio aprile dice che :
dilatazione bulbo aortico 45mm,aorta ascendente 44mm,giunzione sinotubulare 40mm,arco aortico 30mm,aorta discendente 23mm,ventricolo sx lievemente dilatato,ipocinetico.(volume telediastolico 170 volume telesistolico 82)
ho fatto un consulto a questo punto con il cardiologo che mi cura e m'ha detto che siamo arrivati al momento dell'intervento x sostituzione valvolare e aorta ascendente,dicendo di tel quando avrei deciso per l'intervento(se adesso o sopo l'estate in settembre.
non avendo incassato bene la brutta notizia,ho svolto nell'ospedale di lecco un altro esame ecografico ieri,il quale non da proprio gli stessi dati della risonanza:
aorta bicuspide,insufficenza 3+,bulbo aortico 41mm,aorta ascendente 39mm a 4 cm dal piano valvolare,giunzione sinotubulare 34mm,arco non visualizzabile,FE 53%(in presenza di insufficenza aortica significativa.
Ai limiti superiori le dimensioni endocavitarie del ventricolo sinistro che presenta sfumata ipocinesia piu marcata a carico dei segmenti medio-basali della parete inferiore e postlaterale.
A questo punto,cosa dovrei fare,si nota una certa differenza tra la risonanza e l'ecocardio di ieri come mai?
il cardiologo che ha febbraio mi aveva detto che forse cera una componente ansiosa nella dispnea,ha detto che la risonanza è l'esame piu preciso,ma come mai questa differenza con l'eco.preciso che ieri la dottoressa dell'eco ha detto che comunque avendo un torace molto piccolo e stretto(sono magro 170cm per 58 kg) non permette una valutazione precisissima.
mi potete dare suggerimenti.Grazie franco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, concordo pienamente con il suo cardiologo riguardo l'indicazione chirurgica per il trattamento della sua valvulopatia aortica sulla base delle dimensioni ventricolari e del peggioramento della funzione cardiaca.

Con ogni probabilità, sulla base delle dimensioni in rapporto alla sua superficie corporea e della presenza di una valvola aortica bicuspide, anche la radice aortica e l'aorta ascendente sono meritevoli di trattamento chirurgico.

Tra gli esami preoperatori una volta ricoverato in Ospedale, effettuerà anche una coronarografia e soprattutto un ecocardiogramma transesofageo per valutare la fattibilita' di una eventuale trattamento riparativo sulla sua valvola nativa.

In questo modo si deciderà serenamente quale intervento effettuare: il piu' probabile intervento di Bentall (sostituzione protesica della valvola aortica della radice aortica e dell'aorta ascendente con condotto valvolato) o l'eventuale intervento di David (sostituzione della radice aortica e dell'aorta ascendente e risospensione della valvola aortica nativa).

Cordialmente
GI