Utente 205XXX
Salve dottori,

innanzitutto complimenti per il lavoro che fate e per il Vostro tempo che dedicate a noi web-pazienti.

Sono un ragazzo di 22 anni e tutto è iniziato circa 2 anni fa quando avvertii dolore al testicolo destro, come se venisse "tirato" verso l'alto. Aggiungo anche che il testicolo è in posizione più alta e storta rispetto a quello sinistro.

Ho fatto un ecografia inguino-scrotale e visita, il dottore ha escluso varicocele o ernia.

Il dolore persistente sparì ma notai come il testicolo sia diventato molto più sensibile al dolore, muovendolo mi causa piccoli dolori e durante il sesso, se esagero con i movimenti, i dolori si fanno sentire.

Circa 3 settimane fa, il dolore (bruciore) persistente è tornato e questa volta molto più forte andando a ricoprire anche la zona inguinale. Ho fatto un ecodoppler scrotale e anche questa volta il medico mi ha detto che non c' era niente e poteva essere un infiammazione dovuta alla troppa attività di palestra che svolgevo.

Ho fatto un ulteriore visita da un andrologo/chirurgo che mi ha detto che il testicolo ha subito delle sub-torsioni, per questo la posizione del testicolo era storta e che dovevo valutare se sottopormi ad intervento di fissaggio.

Ora, volevo sapere se sarebbe il caso di fare esami delle urine e spermiogramma per capire se il bruciore è dovuto anche ad un eventuale infezione e cosa ne pensate dell' intervento di fissaggio, visto che il medico mi è ha detto che la cosa è facoltativa. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Dalena
20% attività +20
0 attualità +0
0 socialità +0
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
la sua storia clinica sembra suggerire che lei abbia avuto degli episodi di subtorsione dovuta ad un'anomala posizione e/o ipermobilità del testicolo di destra (ipotesi peraltro valutabile solo con opportuna visita specialistica) con conseguente dolore testicolare dovuto al ridotto afflusso sanguigno che si verifica negli episodi di subtorsione testicolare.
L'intervento di fissazione testicolare, come suggerito dal collega, serve per fissare il testicolo destro nel suo emiscroto e per ridurre il rischio di torsioni complete del testicolo.

[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta dottor Dalena.

Ho solo dei piccoli dubbi sull' intervento:

- Quanto dura il decorso post-intervento?

- Per quanto tempo dovrò astenermi dall' attività sessuale?

- So che viene eseguito in anestesia locale. Essendo una persona molto ansiosa e impressionabile, esiste la possibilità di essere operato in anestesia totale?

- In quale punto del corpo verrebbe fatta l' iniezione per l' anestesia locale?

Chiedo scusa per le ultime domande un po banali, ma ripeto, sono un tipo molto pauroso quando si tratta di siringhe, bisturi, ecc.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Dalena
20% attività +20
0 attualità +0
0 socialità +0
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
l'intervento di fissazione testicolare di solito viene eseguito in day surgery e prevede un periodo di convalescenza variabile tra i sette ed i dieci giorni durante il quale il paziente assume una terapia antibiotica (per i miei pazienti associo di solito anche una terapia antiinfiammatoria ed antiedemigena).
Il ritorno all'attività sessuale è un fatto soggettivo variabile da paziente a paziente, ma comunque mai superiore ad i 15-20 giorni secondo la mia esperienza.
La scelta del tipo di anestesia (locale o totale) dipende ovviamente dal collega anestesista al quale in fase di preospedalizzazione potra rivolgere tutte le domande sul tipo di procedura che sarà effettuata.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività +40
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

personalmente sono molto dubbioso nel consigliare un intervento di fissazione testicolare a giovani pazienti nei quali "si sospettano" episodi di sub torsione testicolare.
Ho operato migliaia di pazienti e migliaia di testicoli ma sono sempre perplesso nella soluzione chirurgica che non sempre funziona definitivamente e che in alcuni casi potrebbe avere complicanze estremamente spiacevoli per il testicolo.
per questo sono sempre dubbioso nei confronti di molti "vecchi" (in genere più prudenti) o giovani (spesso aggressivi) andrologi che invece propongono l'intervento solo sulla base di pochi episodi dolorosi.
E' un dubbio e come tale lo propongo
Cari saluti