Utente 204XXX
Egregi Dottori Buongiorno,
Da circa un anno ho un problema al glande. Ovvero dopo una stress del frenulo mi è stat diagnosticato da Urologo una prostatite. La cosa strana è che gli esami erano negativi....ovvero c'erano alcune colonie di Batteri nei tamponi e nell'Urocultura una carica batterica di 1.000 batteri, mentre avevo la prostata infiammata e dolente e completa assenza di sintomi.
Premesso che Ho fatto tamponi per Mycoplasmi, Ureplasmi, Trychomonas e Gonococco tutti negativi, tamponio e ricerca Clamydia nelle utine negative, test HIV elfa 2 negativo e mentre che c'ero ho fatto anche un test della LUE negativo, quindi escluderei una sorta di malattia a trasmissione sessuale.
Tornando alla prostatite sono stato tempestato da Bombe Antibiotiche e più ne prendevo e più il glande si infiammava.
Ho pensato bene di cambiare urologo che sostanzialmente mi dice che i vari batteri che saltavano fuori erano solo batteri intestinali e che pobrabilmente sono dovute a tutti gli antibiotici che ho preso.
Mi ha fatto eseguire visita venerologica dalla quale si è evidenziato il frenulo un po' corto che a breve incidero', ed una leggere irritazione all'altezza dell'attaccatura del frenulo, da trattare con saponi emolienti (DERMAMIND OIL) e VEA LIPOGEL al mattino mentre alla sera metto una crema a base di Ossido di Zinco ed Aloe. Il Venerologo ha comunque escluso patologie Veneree così come ha escluso il Lychen.
Ho notato che se tengo il Glande scoperto, A parte sentire un po tirare il frenulo, il fastidio tende a sparire. anzi passa tutta l'infiammazione al solco.
Volevo sapere se tenere il Glande scoperto può portare a dei benefici dal punto di vista Dermatologico. Vi faccio questa domanda perchè un caro amico operato di Fimosi e quindi circonciso ha detto che dopo una decina di giorni la pelli gli si è irrobustita e gli sono passati tutti i fastidi.
Il mio urologo sostiene che si possa trattare anche di neuropatie dovute a tutti i farmaci che ho preso.
Se possibile gradirei avere il vostro parere.
Cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
<<Ovvero dopo una stress del frenulo mi è stat diagnosticato da Urologo una prostatite>>

Gentile utente

Troppa confusione e dati assolutamente non collimanti fra loro: cosa c'entra ad esempio il frenulo con la prostatite?

Io le consiglio nella ipotesi di una balanopostite di natura da determinare di farsi visitare dallo specialista dermatologo venereologo prima di altre terapie.

[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Spett.le D.ssa Suetti buon giorno,
per quanto riguarda la correlazione tra frenulo e prostatite io non la so' e francamente vorrei saper come mai l'urologo una volta che gli ho presentato il mio problema e gli ho fatto presente il bruciore al colco ed alla base del meato ha detto che avevo una prostatite.
Per quanto attiene la Visita DermoVenerologica ne ho già fatte diverse 3 dalla mia dermatologa di fiducia dove eseguo anche il monitoraggio dei Nei è sostiene che non c'è assolutamente niente di rilevante ed un altra da un'altra prescrittami dall'urologo dove attulamente sto programmando la Frenulotomia presso Resp. Ospedale della mia città che ha confermato sostanzialmente che non c'è nulla di trascendentale e mi ha confermato i lavaggi con il sapone di cui sopra la vea Lipogel e l'ossido di Zinco, ed in tutti e due i casi sono state escluse patologie veneree e presenza di Lichen ed altre cose particolari.
Sostanzialmente mi hanno detto di portare pazienza che col tempo la cosa si mette a posto.
Io volevo solo sapere se tenere alla sera e quando possibile il glande dalla pelle del prepuzio possa favorire o meno la pelle dello stesso.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Se così fosse consiglieremmo a tutti di avere quel tipo di attenzione: non credo riuscirà a trarre giovamenti senza una corretta diagnosi, pur comprendendo il suo sforzo nella ricerca diretta di questa nella sede di visita.

Non perda la fiducia e si determini con il dermo-venereologo.

Saluti