Utente 150XXX
Salve,
nel corso del mese di marzo u.s., prima di un intervento di erniectomia lombo sacrale, sono stato sottoposto dall'ospedale alle varie analisi pre operatorie e, durante l'elettrocardiogramma, mi è stata riscontrata la presenza di una tachicardia sinusale con frequenza di 104 bpm entro i limiti.
Fino a 8/10 giorni dall'operazione ho fatto uso di farmaci cortisonici ed antidolorifici (trattamento durato 15 gionri circa).
Il medico di base mi ha detto che questa alterazione può essere dovuta sia ai farmaci assunti che ad una probabile ansia pre intervento.
Premetto che fino ad allora tale fenomemo non mi è stato mai diagnosticato ne tantomeno ho mai avvertito sintomi particolari e, dopo l'intervento, i battiti al minuto da me rilevati a riposo non superano mai i 72/78 bpm.
Chiedo se l'episodio verificatosi prima dell'operazione possa essere considerato normale e la frequenza di 104 bpm rientrari davvero nei limiti come descritto nel referto ospedaliero, oppure è necessario sottopormi ad un elettrocardiogramma di controllo in considerazione che effettuo attività sportiva (bicicletta) anche se in maniera non agonistica.
Grazie e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
le indicazioni datale dal collega di base sono giuste. L'episodio è presumibilmente da riferire al fisiologico "stress" pre-intervento.
Saluti