Utente 205XXX
Buonasera, chiedo alcune informazioni, sono piuttosto spaventato.
Oggi ho preso l'appuntamento per una visita andrologica che però avrò solo lunedì prossimo..
Il mio problema è una ripetuta e sempre più grande irritazione di prepuzio e glande.
Ho 29 anni e prima degli ultimi 6 mesi non ho mai avuto problemi al pene.
A novembre scorso ho avvertito il primo fastidio a lvello del prepuzio, come un prurito, passato dopo un paio di giorni. In segito durante un rapporto protetto il prepuzio e il glande si erano irritati notevolmente: ikl glande era rosso e con punti rossi e il prepuzio era anch'esso arrossato ed era ritornato il prurito.
La situazione si è risolta da sola in pochi giorni e fino a febbraio non ho avvertito praticamente più sintomi.
Da 3 mesi però il problema si ripresenta dopo ogni rapporto, adesso non protetto: il prepuzio si irrita e si gonfia anche n pò, diventa rosso e dà prurito. Dopo 2-3 giorni tutto torna alla normalità. A volte si irrita di più a volte molto meno.
Nelle ultime 2 settimane però anche il glande si sta irritando e oggi ad esempio ho come una graticola di punti rossi e il glande è anch'esso rosso, accompagnato dal solito fastidioso prurito a prepuzio.
Non ho secrezioni e poi il fatto che dopo pochi giorni (fino ad ora) tutto passava mi faceva pensare a irritazione traumatica. Vedendo però la situazione precipitare nelle ultime settimane ho preso subito appuntamento per farmi vedere.
La mia partern non ha nulla, anzi si è fatta visitare da un ginecologo che le ha detto di essere sanissima, infatti lei sta bene, totalmente.
Ho molta paura, che sia qualcosa di maligno o che mi porterò avanti per anni. Ma come è potuto accadere? C'è qualcosa che posso fare in questi giorni per alleviare il fastidio?
Grazie e scusate.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
salve,
dalla sua descrizione direi che è difficile abbia qualcosa di maligno, ma certo la situazione necessita uanpronta valutazione dermatologica (l'unico specialista che abbia le conoscenze per curarla!). Scelga un buon professionista e ci si affidi con fiducia: vedrà che risolverà il suo problema

saluti
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Appena fatta la visita. Mi ha scritto: prepuzio esuberante, glande lievemente discromico.
Dice che non è niente, probabilmente qualche infezioncina, ha detto di usare canesten e gentalyn per alcuni giorni.
In sostanza devo aspettare e vedere se nei prossimi rapporti si ripresenta.
L'unica cosa che mi ha spiegato e che mi ha un pò spaventato e che se fosse lichen e lo si vedrebbe poi perchè adesso non sembra prprio niente, ci sarebbe da fare la circoncisione..
Al momento non so proprio che pensare.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Direi che, se propeio fosse anche lichen sclero atrofico, ci sarebbero parecchie speranze di gestirlo. La terapia chirurgica non cura il LLSA ma i suoi esiti!
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
e intanto sono ricomparse le macchie rosse sul glande dopo una "prova" di masturbazione per vedere cosa succedeva. sono molto preoccupato, adesso prenoterò una visita dal venereologo giusto?
Non capisco cosa succede, non ho mai fatto nulla per mettere a rischio la mia salute e non ho mai avuto problemai del genere.
Perchè adesso ci sono anche queste macchie che compaiono anche abbastanza numerose - almeno 4-5 - solo dopo una sollecitazione della zona (anche lavandomi noto che un pochino si vedono), amcchie che poi nel giro di un paio di giorni scompaiono?
Ho prenotao anche gli esami del sangue con il controllo colturale delle urine, faccio bene vero? si vede da quello se c'è qualcosa? dovrei fare anche un tampone?
Vi giuro non dormo tranquillo da non so quanto..mah
[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
Esami di sangue edurine sono inutili, puo' anche essere una banalita' , ma ripeto e' importante il fattore umano, cioe' che si determini con un dermatologo bravo e di esperienza e buon senso e quella e' merce rara... Magari in clinica dermatologica, ambulatorio MST, dove in genere curiamo (noi dermatologi) le patologie genitali.
In bocca al lupo
[#6] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Ho effettuato un'altra visita andrologica.
Nel frattempo sono comparsi anche come dei dolori nei testicoli, come i postumi di una botta presa proprio lì..vanno e vengono e l'andrologo dice che potrebbero essere coliche testicolari..niente di grave per lui, ha anche detto che è tutto nella norma.
Ora il "bello" è che mentre l'irritazione da sola è praticamente sparita (il secondo andrologo la imputa ad un fattore meccanico: dice che ho il frenulo corto e quindi "tira"), il problema di questo fastidio ai testicoli permane e ogni giorno sembra diverso: adesso è diffuso all'addome, come se avessi mal di pancia, i testicoli al tatto sono dolenti anche se non sempre..
La domanda che vorrei porre è: come mi dovrei muovere ora?
L'andrologo dice che non ho varicocele e non ho ernie, inoltre l'esame colturale delle urine era negativo.
Sarebbe opportuna una ecografia dell'addome e dei testicoli?
Non capisco il perchè di questo dolore..è da 3 settimane ormai che è comparso, dal nulla, non ho fatto niente di diverso dal solito..so che è dura per via telematica ma cosa potrebbe essere?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
Continuo a non capir il suo accanimento contro una visita dermatologica, per quanto riguarda l'aspetto mucoso!
[#8] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Sisi anche quella è in programma, me ne sono dimenticato!
Infatti domani voglio prenotare la visita dal dermatologo venereologo!
Anche se mi sembra una domanda ovvia, è sempre meglio in questi casi prenotare da un dermatologo che sia anche specializzato in venereologia vero?
Grazie
[#9] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Ho prenotato la visita da un dermatologo venereologo, però dovrò aspettare 10 giorni per la visita.
Nel frattempo se posso vorrei chiedere un'ultima cosa: la continua evoluzione/cambiamento dei sintomi, lo sparire e ricomparire, possono essere una spia di qualcosa in particolare?
Adesso poi vedo che dopo un "tentativo" di rapporto per vedere che succedeva, la situazione è peggiorata come non mai, il glande è pieno di una graticola di puntini, che mi danno fastidio e sono anche in rilievo.
Spero che il dermatologo almeno capirà cosa sono, visto che 2 andrologi non ci hanno nemmeno dato importanza, ma io non vivo più tra terrore e fastidi.
Scusate il tono ma sono esasperato.