Utente 488XXX
Egregi Dottori, mi permetto di esporvi il mio problema nella speranza che possiate darmi un vostro prezioso consiglio.
Nel mese di luglio 2007 sono stato sottoposto ad un intervento di Frenulotomia (causa congenita), eseguito con successo. Cio’ ha portato ad un netto miglioramento della mia condizione, avendo sofferto di ipersensibilita’ alla pelle, localizzata nella zona genitale e particolarmente del Glande (causa di eiaculazione precoce ed gravi dolori durante il coito), sviluppata in seguito ad Dermografia ( causata da Mononucleosi) aggravata da una grave infezione alle vie urinarie.
Ora che il problema alla pelle puo’ dirsi risolto, noto che durante il rapporto sessuale riesco ancora difficilmente a controllare l’eiaculazione. Ho notato oltretutto che i muscoli pubici ed particolarmente i Glutei sono in constante ed elevata tensione, particolarmente durante le prime fasi della penerazione. Escludendo i precedenti problemi alla pelle ed al Frenulo quali cause, sono portato a credere che la causa di questa ‘eiaculazione precoce’ sia proprio nella tensione sviluppata. A riprova di cio’, se durante il rapporto mi concentro particolarmente nel tentativo di mantenere i muscoli il piu rilassati possibile (ed e’ uno sforzo notevole..) noto che lo stimolo all’eiaculazione ‘scompare’.
Per mia fortuna, in seguito alla prima eiaculazione solitamente non ho praticamente un calo dell’erezione, cosicche’ il rapporto puo’ proseguire, anche se comunque la prima eiaculazione ‘incontrollata’ vorrei poterla volentieri evitare.
Vi sarei particolarmente grato per un vostro consiglio su come poter evitare, od imparare a farlo (attraverso qualche specifico esercizio), questa tensione muscolare e dunque risolvere questo mio problema.

RingraziandoVi anticipatemente per il vostro tempo, Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non so rispondere sulla "tensione" dei glutei e dei muscoli pubici in quanto é da riferirsi ad una sensazione soggettiva che normalmente é coivolta nel controllo del meccanismo eiaculatorio.
Ritengo,invece,che ciò che Lei considera una fortuna,sia in realtà un rischio,in quanto, il puntare sulla seconda eiaculazione per gratificare l'incontro sessuale porta,nel tempo,a non "impegnarsi" sulla prima eiaculazione.E' esperienza comune che,nella convivenza,é ben difficile ricorrere sistematicamente alla ripetizione del coito per cui si ritroverebbe solo con il primo rapporto veloce (per non parlare dell'impegno prostatico che,come sa,produce il 40 % del liquido seminale).Si impegni,quindi,a controllare la prima eiaculazione cosa che,generalmente,prevede la contrazione della muscolatura perineale e perianale.In seguito,potrà contattare un esperto sessuologo se non riesce a migliorare la resa.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 488XXX

Iscritto dal 2007

Pregiatissimo Dr. Izzo,
la ringrazio per la sua veloce quanto cortese risposta.
Come Lei giustamente dice, tale sensazione di tensione muscolare e' molto soggettiva, oggettivamente potrei dirle che e' la stessa sensazione muscolare di quando si hanno i glutei molto contratti (tale conrazione e' assolutamente involontaria) citando ad esempio di paragone la contrazione, volontaria, di tali muscoli nel trattenere l'espulsione delle feci.

Mi permetto di chiederLe qualche approfondimento sulle 'tecniche' da Lei citate, quali contrazione della muscolatura perineale ed perianale e sulla loro esecuzione, cosi da poter seguire appieno i vostri suggerimenti.

Distinti saluti, Andrea
[#3] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Caro Andrea, è difficile spiegare con 2 parole gli esercizi di cui parla.

Cerchi e sicuramente troverà molto sugli esecizi di Kegel.

Cordialità

M. Castiglioni



[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Fondamentalmente consiste nello stare fermi in vagina e contrarre ritmicamente,ad intervalli di 10-15 secondi,i muscoli che si indovano tra la radice dello scroto e l'ano.In definitiva lo scopo é quello di stare il più tempo in ambiente vaginale superando la sensazione della ineluttabilità dell'eiaculazione.Cordialità