Utente 144XXX
Gentili dottori,soffro di una disfunzione veno-

occlusiva piuttosto grave.Il medico mi aveva prescritto il Viagra da 100 mg,che volendo si poteva sostituire col Cialis da 20 mg.Di recente sono

passato al Cialis,perché rispetto al Viagra si può assumere più liberamente,e non necessariamente lontano dai pasti,inoltre il Viagra

mi aveva dato episodi di tachicardia anche a giorni di distanza rispetto al giorno in cui l'avevo assunto.. Quindi sono passato al Cialis

però ho notato però che nei giorni successivi all'assunzione di Cialis mi sentivo sempre stanco,spossato.


Finora ho preso il Cialis due volte,sabato 30 aprile,e ho avuto questa sensazione per quasi tutta la settimana

successiva,poi ho riprovato sabato 7 maggio e sia ieri che oggi sento questa sensazione di spossatezza...volevo chiedervi è possibile

che l'effetto collaterale di un farmaco duri tanto a lungo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gli effetti collaterali del tadalafil possono durare 48 ore (proprio come gli effetti benefici). Il prolungamento del senso di spossatezza oltre questo periodo mi sembra difficilmente attibuibile all'azione farmacodinamica. Comunque, si confronti con il Suo andrologo per eventualemente tentare con una diversa posologia. Qualche perplessità suscita il fatto che se la sua disfunzione risponde a questi farmaci o è molto lieve o non è di tipo corporocclusivo. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si ricordi che il Tadalafil (Cialis) è comunque un farmaco vasoattivo e, anche se l'effetto collaterale da lei indicato non è frequente, può essere in questo senso contemplato e collegato alla terapia in corso.

Comunque questi problemi clinici generalmente tendono a ridursi e scomparire nel tempo.

Un cordiale saluto.