Utente 195XXX
Ringrazio fin da ora il dott. che si prenderà la briga di rispondere a questo messaggio.

premetto che stò cercando di uscire dal tunnel della droga e sono 3-4 anni che non assumo nessun tipo di sostanza illegale (da un paio di mesi, sono passato dal metadone al subxone).
Nell'ultimo anno, a seguito di uno scalaggio di metadone "sbagliato" nei tempi e nei modi (come gli stessi medici del sert hanno poi ammesso) ho riscontrato un aumento dei problemi relativi all'erezione (non assente, ma cmq non soddisfacente) e all'eiaculazione precoce.
Un andrologo del mio sert mi ha per questo prescritto una iniezione di testoviron 250 mg ogni 20 giorni: benchè noti alcuni miglioramenti, sono dilaniato dall'idea di continuare a fare del male al mio corpo, pensando di continuare a sbagliare cura e a causare con la cura stessa danni futuri alla mia attività sessuale.
Vorrei un consulto su le possibili conseguenze di questo trattamento, se ad esempio è consigliabile non farlo per lunghi perieodi.
P.S: le ultime analisi, fatte prima dell'inizio delle iniezioni di testoviron, presentavano un livello di testosterone poco maggiore di 3)

GRAZIE MILLE!
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la strategia legata al metadone,cosi' il testosterone ,non possono creare danni al Suo organismo.Credo che la diagnosi andrologica non possa imitarsi alla semplice valutazione ormonale.Ne parli con l'andrologo di riferimento.Cordialita'.