Registrati | Recupera password
0/0

Motilità liquido seminale

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011

    Motilità liquido seminale

    Buonasera, avrei bisogno di un vostro parere:
    Da un pò di tempo con mia moglie stiamo cercando di avere un bambino, io ho 41 anni e lei 42, ci siamo affidati ad una ginecologa della nostra città, la quale dopo aver controllato e fatto fare a mia moglie vari esami compreso quello delle tube ed essendo risultato che è tutto a posto, esami nella norma ecc. ha consigliato me di eseguire l'esame del liquido seminale, cosa che ho fatto, purtroppo secondo la Dottoressa il risultato di detto esame non è granche buono, ecco di seguito i risultati dell'esame:

    Esame standard del liquido seminale
    Aspetto: proprio
    Viscosità: regolare
    Fluidificazione: completa
    Volume/ml: 2,6
    pH: 8
    Concentrazione spermatozoi/ml: 28.000.000
    Concentrazione/eiaculato: 72.800.000
    Morfologia:
    Forme tipiche: 55%
    Forme giovani: 8%
    Forme atipiche: 30%
    Forme ipermature: 7%

    Leucociti: 2-4 p.c.m.
    Zone di spermioagglutinazione: assenti

    LIQUIDO SEMINALE

    MOTILITA' ALLA 2 ORA VSL MEDIA LIN MEDIA

    TIPICA: 2,20% 49,50 0,64
    PROGRESSIVA LENTA: 13,00% 28,30 0,74
    DISCINETICA: 37,30% 36,20 0,42
    AGITATORIA IN LOCO: 3,00% 2,00 0,08

    La Dottoressa ha riscontrato che la motilità è molto bassa e con questi valori non è impossibile ma molto difficile che mia moglie rimanga incinta.
    Che cosa mi consigliate di fare?
    E' possibile che a causa di non so cosa che la motilità era bassa solo quando ho fatto l'esame e qindi sia un fattore temporaneo?
    Esistono delle cure per aumentare la motilità oppure ci consigliate di passare all'inseminazione artificiale?

    Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte e per la vostra cortesia e gentilezza.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 5484 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore,

    il mio consiglio preliminare è che, come la moglie ha il suo ginecologo o ginecologa e con lei ha fatto tutte le valutazioni per capire se c'era un problema, pure lei, fatto un'esame del liquido seminale e questo non è risultato nella norma, deve ora senitre in diretta un esperto andrologo per capire quali sono le possibili cause di questa eventuale dispermia.

    Dico eventuale perchè da un solo esame del liquido seminale, fatto per altro sembra in ambiente non dedicato ed aggiornato, non si può dedurre alcuna diagnosi e trarre conclusioni cliniche sicure su quello che dovrete in un prossimo futuro fare voi, come coppia, per altro non più giovanissimi.

    In sintesi, prima di decidere cosa fare dovete sentire un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

    Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

    http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/201/Come-andrologo-e-gine .

    Un cordiale saluto.



    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    Buongiorno, Dr. Beretta la ringrazio per le sue risposte, avrei qualche altra domanda da porle in merito, le faccio queste domande perche vorrei ripetere il test e chiarirmi un pò le idee, prima di andare dall'andrologo in modo di andare già preparato:

    - Da quello che ho capito dalle sue risposte il problema può anche essere temporaneo o sbaglio?
    - Dopo quanto tempo mi consiglia di ripetere l'esame che è stato eseguito il 02/05/2011?
    - Come faccio a sapere se l'esame che andrò a ripetere è fatto in un ambiente dedicato e aggiornato, visto che il precedente, fatto peraltro in un rinomato laboratorio di analisi della mia città,a lei sembra che non sia stato eseguito in un ambiente tale?
    - Lei mi consiglia di ripetere l'esame nello stesso laboratorio o di cambiare laboratorio?

    La ringrazio anticipatamente





  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 5484 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore,

    proprio per le considerazioni già fatte, prima di fare un esame "inutile", il primo passo in questi casi è sempre quello di sentire in prima battuta un esperto andrologo.

    Sarà lui che, valutata la sua specifica situazione clinica, poi le consiglierà dove eventualmente ripetere l'esame oppure iniziare un iter diagnostico più specifico e mirato.

    Tante infatti sono le cause di una non perfetta motilità degli spermatozoi.

    Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate su questo problema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo, sempre pubblicato sul nostro sito, visibile all'indirizzo:

    http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/660/Miti-e-realta-sul-mas .

    Un cordiale saluto.





    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com


Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13/05/2011, 20:06
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18/05/2011, 12:52
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18/05/2011, 13:23
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04/05/2011, 12:41
  5. Leucospermia
    in Andrologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20/05/2011, 12:37
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896