Utente 164XXX
Buongiorno,

mia madre di 72 anni, non fumatrice, l'anno scorso, verso luglio agosto, ha avuto una probabile polmonite, atipica senza febbre e con tosse, con addensamento parenchimale disomogeneo al lobo medio del polmone. Dopo opportuna terapia antibiotica sembrava fosse guarita, il focolaio sembrava essersi parzialmente riassorbito e i medici non hanno ritenuto fare ulteriori indagini.
Quest'anno circa tre settimane fa ha ricominciato a tossire e le è stata consigliata un'altra rx torace.
Oggi finalmente è riuscita a sottoporvisi e i medici le hanno fatto più di una radiografia per esseri sicuri di refertare correttamente l'esame, si sono mostrati preoccupati, le hanno chiesto se aveva avuto febbre (che anche quest'anno mia madre non ha avuto) ma non le hanno detto che cosa avessero rilevato e le hanno dato il referto con urgenza oggi stesso da portare al medico curante.
Riporto nel seguito il testo del referto:
"Si osservano addensamenti di aspetto flogistico nel lobo medio e nel segmento basale anteriore del lobo inferiore destro. I suddetti reperti necessitano di controllo dopo 10-15 gg dal termine della terapia e di controllo HRTC in caso di persistenza delle lesioni.
I seni costofrenici sono liberi.
L'ombra cardiaca presenta dimensioni in limiti di norma.
L'aorta toracica è allungata."
Cosa consigliate di fare?
Cosa potrebbe essere?
Che esami fare ancora?
Grazie!
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Rodolfo Lanocita
36% attività
0% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sebbene a 72 anni esistano le polmoniti senza clinica (febbre e segni ematochimici di infezione) l'ipotesi del tumore del polmone non va scartatata a priori.
Ben venga il consoglio di una rivalutazione radiologica dopo opportuna terapia senza dimenticare la clinica (auscultazione ed esami del sangue). Una eventuale TAC potrebbe aiutare a dirimere il quadro.

Ci tenga aggiornati.

Cordialità,
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dott. Lanocita: quindi secondo Lei un eventuale tumore potrebbe essersi manifestato per la prima volta l'anno scorso e dopo terapia antibiotica si sarebbe in parte riassorbito e non avrebbe dato altri sintomi fino a 3 settimane fa quando a distanza di 10 mesi dall'episodio precedente sarebbe tornato a manifestarsi con sintomi analoghi a quelli dell'anno scorso?
[#3] dopo  
Dr. Rodolfo Lanocita
36% attività
0% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, in assenza della documentazione radiologica non posso rispondere al suo quesito; a questo punto è necessario valutare "dimensioni" e "topografia" delle lesioni.
Alcune varietà di tumore polmonare (ca bronchioloalveolare), possono mimare la polmonite.

Cordialità,
[#4] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,

mia madre ha finalmente fatto l'HRTC e l'esito è quello riportato nel seguito:
"L'esame è stato completato con HRTC in paziente con addensamento parenchimale a destra a lenta risoluzione. L'esame è stato effettuato mediante scansioni assiali a strato sottile con algoritmo ad alta risoluzione spaziale.
Residua un addensamento disomogeneo nel lobo medio che presenta volume ridotto con rilievo di bronchiettasie. Rare bronchiettasie sono apprezzabili anche al segmento inferiore della lingula.
Altri piccoli addensamenti di aspetto flogistico sono rilevabili al segmento basale inferiore del lobo inferiore destro in sede sub-pleurica, ed al segmento basale anteriore del lobo inferiore sinistro.
Il reperto nel complesso necessita di consulenza in ambito clinico specialistico e di follow-up.
Le cavità pleuriche sono libere da versamento.
Le vie aeree principali sono pervie.
Non si osservano tumefazioni linfoghiandolari di significato patologico in sede mediastinica.
I surreni sono regolari."

Di che patologia si potrebbe trattare?
Quale consulenza in ambito clinico specialistico è richiesta? E cosa comporterà?
Cosa si intende per follow-up in questi casi?
Grazie!
A presto