Utente 206XXX
Buongiorno, dal 2003 sono in terapia con Amiodarone (1 compr. al dì per 5 giorni la settimana) e cardioaspirin (1 compr. al dì), in quanto ho avuto nel corso degli anni alcuni casi di F.A. Fortunatamente non ne ho più avuto. L'unica cosa è che soffro spesso di extrasistole, (molto fastidiose) che mi accompagnano specialmente la sera, appena coricato (per fortuna non sempre). Avverto anche sensazioni di mancanza di respiro. Naturalmente faccio controlli annuali, per come dettomi dal mio cardiologo e controlli periodici della tiroide (TSH, FT3, FT4) che ad oggi sono risultati sempre nella norma. Per quanto riguarda le analisi del sangue, i valori sono tutti nella norma (colesterolo totale, HDL, LDL, glicemia, azotemia, PSA e PSA libero, trigliceridi, GPT, GOT, potassiemia, oltre agli esami emocromocitometrici, Piastrine e formula leucocitaria. Per quanto riguarda le urine, nulla da segnalare nell'esame del sedimento.
Le trascrivo gli ultimi esiti dell'Holter (30/09/2010) ed ecocardiogramma (31/03/2011).
- HOLTER
La FC media è stata 53. La frequenza cardiaca minima è stata 27 alle ore 16:13. La frequenza cardiaca massima è stata 103 alle 08:41: La pausa superiore a 2,5 secondi sono state 0. Battiti ventricolari 0, con Run V e 0 Coppie V, eventi di Bigeminismo Ventricolare 0, eventi di Trigeminismo Ventricolare 0. Battiti Sopraventricolari 5183, con 18 Run SV, eventi di Bigeminismo Sopraventricolare 4 e eventi di Trigeminismo Sopraventricolare 306. Totale Minuti Episodi 0. Il paziente ha premuto il tasto eventi 0 volte nella registrazione dell'Holter.
Esame di buona qualità tecnica.
Ritmo sinusale di base interrotto da 5183 BESV.
Non si osservano alterazione significative della fase di conduzione A/V, del complesso QRS e della fase di recupero ventricolare. Trend della FC di tipo bradicardico.
- ECOCARDIOGRAMMA
Normali dimensione interne del ventricolo sn con normali spessori e funzione sistolica.
Atrio sn lievemente aumentato. Lieve insufficienza mitralica e minima insufficienza aortica. Sezioni dx nella norma. Normale cinetica parietale. p.a. 140/85 mmhg.

Per quanto riguarda l'Holter Le volevo far notare che mi è sembrata eccessiva la frequenza minima di 27 battiti segnalata alle ore 16:13 ora in cui avrei avvertito sicuramente il fatto anomalo, anche con qualche segnale di malessere o qualcos'altro. Mi potrebbe spiegare il motivo?

Le volevo pure dire che al primo accertamento effettuato con ECOCOLORDOPPLER (anno 2004 e successivamente negli anni 2005-2006-2007-2008), mi venne sempre diagnosticata presenza di anomalia congenita: Aneurisma del setto interatriale e durante Valsalva non immagini da riferire a pervietà del forame ovale. Come mai negli esami successivi effettuati il 2010 e 2011, il cardiologo negò la presenza dell'aneurisma medesimo? Le sarei molto grato se mi potesse dirimere il dubbio
In ogni caso mi devo preoccupare degli esiti degli esami effettuati?
La ringrazio e La saluto cordialmente.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Per prima cosa se lei avesse presentato più di un episodio di fibrillazione atriale dovrebbe prendere seriamente in considerazione l inizio di terapia anticoagulante orale con Coumadin. Per ciò che concerne la frequenza così bassa durante il giorno, ne parli con chi ha refertato l esame perché in effetti è una frequenza troppo bassa, e probabilmente si è trattato un errore della lettura automatica.
Per l aneurisma del setto interastrale non mi preoccuperei granché visto che non c è shunt a quel livello.
Ma, le ripeto, se ha presentato più di un episodio di f.a. Parli con il suo cardiologo riguardo la necessita di un anticoagulante.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta.
Quindi devo supporre che la "Cardioaspirin" che sto assumendo giornalmente non dà la sicurezza totale. In ogni caso la informo che non sto avendo più casi di F.A. dal 2003 .
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, l aspirina non fornisce alcuna protezione. Comprendo che lei non abbia più episodi sintomatici da circa 8 anni ma tenga presente che nonostante il cordarone lei all Holter risulta avere 18 episodi di run di TPSV ed all eco un aneurisma del setto intertriale. Pr questo le consiglierei il Coumadin, ma ovviamente consulti il cardiologo che la segue.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, sicuramente consulterò il mio cardiologo. In ogni caso,potrebbe essere così gentile da spiegarmi con chiarezza il significato di "18 RUN SV"? Per quanto riguarda l'"Aneurisma del setto interatriale", nella risposta del 18 maggio mi dà parere confortante, poichè mi scrive che non c'è da preoccuparsi in quanto non c'è shunt a quel livello.
Spero di avere interpretato bene.
Cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si non ê descritto alcun shunt ma la piccola zona aneurisma del setto può essere luogo di formazione di trombi che possono embolizzare, specie in soggetti che hanno presentato episodi di f.a. Ed episodi di tachicardia sopraventricolari in run ( e cioè un episodio piuttosto prolungato che si è ripetuto diciotto volte). Per questo torno a consigliarle la terapia anticoagulante. Con questo la saluto
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#6] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.