Utente 206XXX
Salve,riporto il caso di mio figlio,5 anni,affetto da reflusso gastroesofageo.A partire con lo svezzamento,trea il quinto e il sesto mese,il bambino ha iniziato a manifestare una serie di probleamtiche:asma,bronchiti asmatiformi recidivanti,dermatite atopica,blefocongiuntivite,allergia alle proteine del latte.Nel corso del tempo la situzione si e' evoluta in positivo ma permane il reflusso gastroesofageo e l'intolleranza primaria al lattosio.Nel primo caso,mio figlio gia'da lattante ha seguito una terapia a base di ranidil e riopan gel fino a quando non abbiamo sospeso la terapia pensando che con l'assunzione di cibi solidi tutto si sarebbe risolto.In realta' il bambino ha sempre manifestato una eccessiva produzione di catarro,indipendentemente dalle stagioni,con tosse spasmodica a grappolo soprattutto la notte che ha sempre portato -ahime-ad un'infezione da curare con antibiotici(rinofaringite,otite,bronchite,faringo-tracheite,sinusite ecc....).Dopo avere asportato adenoidi e tonsille a cuasa di continue infezioni e anche perche'-le assicuro-era arrivato al punto in cui per prendere il biberon doveva fermarsi per respirare-abbiamo sottoposto a settembre 2010 ns figlio ad un esame in cui si introduce un sondino(si chiama cosi'?) all'interno del naso e letto poi increduli l diagnosi:reflusso gastroesogageo.Mio figlio ha ripreso la terapia a base di ranidil e gastrotuss baby e a stare meglio gia' dopo poco tempo.
Ho scoperto da poco l'omeopatia e sono passata da un totale scetticismo ad una totale fiduciosa adesione in un intervallo temporale direi breve.Pertanto mio figlio ha iniziato il 6 c.m. un cura a base di lycopdium 10.000 k ogni 20 giorni e nei rimanenti sulfur 30 ch.
Prima di ultimare la mia richiesta riporto due indicazioni sul suo temperamento.E' un bambino dinamico,socievole,loquace, a volte logorroico,creativo ma anche testardo,polemico,insistente e,da quando e' nata la sorellina,nervoso,in guerra e in continua sfida con la sottoscritta,insofferente.La notte continua a viaggiare dal suo letto al lettone e poi,regolarmente accompagnato nella sua stanza.
Detto questo,avendo sospeso la terapia farmacologica da quando ha iniziato la cura omeopatica,ha quasi subito a manifestare i soliti disturbi:catarro,tosse spasmodica, a grappolo ,con muco verdastro.Il mercurius non e' servito a niente,cosi' come il kali bichromicum.La dr.ssa sostiene che e' positivo che stia reagendo cosi' ma io trovo che il bambino sia di nuovo carico e vorrei tamponare quaesta situazione in attesa che faccia effetto la cura.Aggiungo altri dettagli:occhi cerchiati,gote gonfie,ieri e' stato espulsa come una massa verde dal naso.Da ieri,lo riconosco,ho fatto di testa mia, ha assunto hepar sulfur 9 ch due volte al di' 3 granuli e stanotte non ha piu' tossito,anche stamane non ha piu' soffiato il naso!E' un caso? Vorrei sapere cosa posso fare per evitare che peggiori...Ringrazio per la pazienza .
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
pur se la sua descrizione è dettagliata, non è possibile, in una consulenza online, individuare la strategia terapeutica omeopatica più adatta per il paziente.
E' probabile che Hepar sulfur (alla diluizione indicata) abbia avuto effetto sintomatico, quindi benefico.
Ne discuta con la collega che sta seguendo il bimbo, in modo che ella potrà valutare le variazioni in corso di visita e perfezionare la successiva terapia.
Cordiali saluti.