Utente 176XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 24 anni e scrivo per chiedervi alcune cose in merito ad un problema.
Circa due mesi fa, ho avvertito un forte mal di testa, durato circa tre giorni, che non mi consentiva di stare in piedi o seduto. Unica soluzione era il letto. La presenza di febbre al terzo giorno, mi condusse in ospedale dove, mi hanno fatto una flebo di antinfiammatori.
Il giorno seguente, ho eseguito una "rachide cervicale" il cuo risultato è:"RETTILINETITA' DELLA LORDOSI FISIOLOGICA CERVICALLE (su base antalgica?!). ASSENTI ALTERAZIONI DISCO - SOMATICHE CERVICALI A CARATTERE ARTROSICO".

Medico curante, a tele situazione ha associato : oki fiale per sei giorni, levopraid 25 mg 1 compressa al giorno per sei giorni, e tiobet 1 compressa due volte al giorno per 8 giorni. Eventualmente tachipirina.

Ora, a distanza di circa due mesi, ho iniziato ad avvetire una forte debolezza dalle ginocchia in giù, giramenti di testa e vista leggermente offuscata, nausea e perdita di appetito conseguente.
Il medico ora, mi ha consigliato ancora oki fiale, arleverton per 20 giorni due volta al di ed una visita fisiatrica.

VOLEVO CHIEDERVI, SE E' POSSIBILE ASSOCIARE TALI SINTOMI, A QUEL REFERTO CIRCA LA RACHIDE CERVICALE, O SE TALI SINTOMI POSSONO AVERE ALTRA NATURA.

RINGRAZIANDOVI ANTICIPATAMENTE, AUGURO UNA BUONA GIORNATA ED UN BUON LAVORO.
[#1] dopo  
Dr. Mirko Parabita
28% attività +28
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Le cefalee non dovrebbero mai essere sottovalutate, questo senza volerLa allarmare, ma soltanto come normale aspetto preventivo
In relazione alla persistenza dei sintomi riferiti ed al restante corredo sintomatologico, Le suggerisco di effettuare visita specialistica Neurologica, così che il Collega possa visitarLa e suggerirLe, se opportuno, eventuali approfondimenti

Cordiali saluti