Utente 426XXX
Buongiorno a tutti.
Mia mamma ha appena saputo di avere l'herpes zoster. Leggendo qua e là ho letto che è contagioso e potrebbe trasmettere la varicella a chi non l'ha avuta da bambino, come nel mio caso. Io ho toccato la parte interessata, ovviamente prima di sapere cosa fosse, quando era solo arrossata e c'erano solo i foruncolini e non le pustole o vescichette. C'è qualche possibilità che io possa aver preso la varicella? Il tutto è successo una settimana, dieci giorni fa...eventualmente quando dovrebbe comparire qualcosa? Io poi ora sono lontana da casa, dovrei tornare sabato (ed è per questo che non posso andare dal mio medico). È il caso di non tornare fino a che il fuoco non è più infettivo?
E poi avrei una domanda per mia mamma. Lei dovrebbe iniziare l'ennesima chemio a breve. In un soggetto così debilitato quali sono i rischi in più? Deve preoccuparsi più del necessario? Mi ha detto che è già dolorosirsimo e che ancora non ci sono le pustole: è normale la tempistica considerando che si è accorta di questo "sfogo" una decina di giorni fa?
Grazie a chi vorrà aiutarmi.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissima paziente l'Herpes Zoster espone a rischio varicella, sebbene meno rispetto alla varicella stessa, infatti il virus è il medesimo ma diversa è la manifestazione patologica. Lo Zoster è una riattivazione endogena della varicella . Le consiglio se le compaiono le pustole tipiche, l'utilizzo immediato dell'antivirale specifico, cioè l'aciclivir 800 mg cinque volte al dì. Nell'adulto la varicella è infatti fastidiosa e pericolosa. Se sua mamma deve fare la chemioterapia le consiglio di protrarre la copertura con l'antivirale senza rinviare la stessa chemio. Riguardo al dolore si rivolga all'algologo poichè esistono farmaci molto efficaci(gabapentina, tramadolo, etc).
Marcello Masala MD
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la veloce e pronta risposta!
Sabato torno a casa o è meglio che aspetti? E dopo quanto tempo dal contatto - che ripeto non è avvenuto con le pustole ma con la cute arrossata - posso stare tranquilla riguardo la varicella?

Poi domanda che non c'entra nulla ma ho ritirato stamattina i risultati delle analisi...dopo quanto tempo dalla mononucleose le VCA igm dell'Epsteinbarr ritornano nei limiti e l'infezione risulta dunque pregressa? Come si evince dalle precedenti richieste da fine luglio alla fine di ottobre ho avuto sempre febbricola costante e stanchezza. Il mio medico ipotizzando la mononucleosi mi ha fatto fare le analisi specifiche e appunto le igm sono <10 mentre VCA igg = 133 e EBNA > 600. Sotto hanno scritto che è un quadro compatibile con un'infezione pregressa. Risultano ancora alterate VES, PCR, GGT e ALT, anche se diminuite nel corso dei mesi. Quello che ho avuto è possibile fosse mononucleosi oppure non c'entra nulla e l'ho avuta magari anni fa?
Grazie e mi scusi per il duplice quesito.
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Le IgM scompaiono precocemente, tardano gli indici di flogodsi ed il malessere; in prima ipotesi se non ha altre infezioni del faringe è corretta l'ipotesi del suo mdb. Consideri la signora infettante fino alla scomparsa delle vescicole.
Marcello Masala MD