Utente 127XXX
Gentile Dottore buonasera
Sono una ragazza di 30 anni, che da 1 anno e mezzo fa uso di anticoncezionali.
Ne ho dovuti cambiare tre, ora sto usando l'anello vaginale, ma il problema persiste. Le spiego
Ho un quasi costante dolore alla gamba sinistra, non so ben spiegare se parta direttamente dalla coscia o dalla pianta del piede, in quanto il dolore e' totalmente diffuso.
Somiglia molto a un crampo, e diminuisce se tiro su la gamba.
Il dolore non e' comunque costante, e' a giorni si' altri no.
La mia paura e' che essendo fumatrice e facendo uso dell'anello, possa svilupparsi una trombosi.
Ho effettuato tutte le analisi del sangue,protrombina e proteine c e s,
tutto perfetto.
Siccome il dolore c'e' da un anno e mezzo, secondo lei e' possibile che possa trascorrere tanto tempo per svilupparsi un coagulo?

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

La comparsa di TVP (Trombosi Venosa Profonda) rappresenta un evento relativamente acuto, che tende a manifestarsi nel giro di ore e non di anni con sintomi nella maggior parte dei casi eclatanti (dolore, gonfiore, ecc.).
Se lo screening emocoagulativo è stato eseguito secondo le linee guida, sono stati esclusi stati di diatesi trombofilica.
La sintomatologia riferita è d'altra parte attribuibile ad altre possibilità, compresa una irradiazione di tipo sciatalgico.
Ma a distanza ogni valutazione in questo senso lascia il tempo che trova, per cui ritengo sia indispensabile un controllo clinico generale che servirà ad allontanare i suoi dubbi, identificare con certezza l'origine dei disturbi e restituirLe la dovuta serenità.