Utente 111XXX
Mia moglie di anni 73 ha eseguito una ecografia epatica perchè dopo aver fatto una radiografia della colonna e del bacino, il medico ha notato una macchia in corrispondenza della colecisti. L'esito dell'ecografia recita: Fegato di volume ai limiti superiori della norma, con ecostruttura normoecogena, esente da fovalità. Colecisti normodistesa, presenta oggetto iperecogeno di 3,5mm di mdiametro massimo (polipo colesterinico??); è presente altresi concrezione calcolitica di 11mm di diametro massimo. Non dilatazione delle v.b.p.
V.Porta calibro regolare, mantiene normale elasticità con gli atti del respiro.
L'ho fatta visitare da un epatologo che le ha consigliato, data l'età, di farsi operare in laparoscopia, ma un chirurgo mi ha detto che non è da escludere un intervento con incisione dell'addome in caso di complicanze. Faccio presente che solo dopo essere stata dall'epatologo mia moglie avverte la bocca amara, e dolori ala schiena all'altezza del giro-vita. Cosa ci consigliate?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'operazione in linea di massima puo' essere iniziata in laparoscopia, soprattutto se la signora non e' mai stata precedentemente sottoposta ad altri interventi chirurgici addominali e se non vi sono altre evidenti controindicazioni. E' chiaro che se durante l'intervento stesso il Chirurgo si rende conto che la rimozione della colecisti non puo' essere portata a termine per via laparoscopica la paziente deve essere preventivamente informata di questa eventualita' e il lavoro portato a termine con un accesso laparotomico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Nel ringraziarla la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dottore, ho dimenticato di dire che mia moglie da ragazza fu operata di appendicite da ragazza e dopo il matrimonio con la nascita del primo figlio le fu ptaicato il cesareo. Quindi poichè ha avutoi due interventi nell'addome, potrebbe essere più difficoltoso l'intervento in via laparoscopica?
Grazie ancora !
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Si', in questo caso potrebbero presentarsi delle difficolta' in piu' durante l'intervento. Forse e' proprio per questo che il Collega le ha prospettato l'ipotesi di una conversione laparotomica in corso d'opera!
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora Dottore
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Per quanto riguarda le spiegazioni sulle modalità del trattamento chirurgico,è tutto molto chiaro.Completerei la descrizione ecografica sullo spessore della parete colecistica e una valutazione con ecocolor in corrispondenza della neoformazione(polipo di colesterina???).Sempre che il collega chirurgo condivida il mio consiglio.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per il suo suggerimento e spero che il
che il Dottore che mi ha iilustrato in modo esauriente nei giorni scorsi il trattamento chirurgico mi dia un suo parere.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Al fine dell'indicazione all'intervento di colecistectomia potrebbe anche essere ritenuto sufficiente cio' che ha gia' fatto, ma ovviamente uno studio piu' approfondito, con gli ulteriori esami consigliati dal Collega, sarebbe di indubbio interesse.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Quando avremo deciso glielo farò sapere.
Nel ringraziarla ancora la saluto cordialmente