Utente 837XXX
gentili dottori,

ho 23 anni e da 6 soffro di prostatite cronica. questa prostatite saltuariamente mi causa dei disturbi erettivi e per questo l'urologo mi ha detto al bisogno di fare un mini ciclo con cialis a giorni alterni compresse da 2,5 mg, ( la dose basissima quindi ). all'inizio lo sopportavo bene, ultimamente mi sembra che mi dia disturbi pressori, ossia mi abbassa la pressione.


misurandola, in periodi in cui non assumo il cialis risulta mediamente una massima intorno ai 110 o 120 mentre la minima tra i 64 e i 58.

vorrei sapere 2 cose: è patologico il fatto che la massima sia giusta e la minima un pò bassa oppure sono valori giusti entrambi e nel caso fosse anormale la minima da cosa è dovuta una massima normale e una minima bassa?


la seconda domanda è può una così bassa dose di cialis darmi i sintomi da ipotensione oppure può essere una suggestione psicologica??


grazie
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente

L'ipotesi che il Tadalafil sia in parte responsabile dell'aumento della Sua pressione differenziale (la differenza tra la sistolica e la diastolica) è ragionevole. Possono esistere altre cause, delle quali le più frequenti alla Sua età sono alcune valvulopatie, dal momento che la differenziale tende ad aumentare nell'anziano per semplici fenomeni di arteriosclerosi.

Sebbene, dunque, la Sua ipotesi sia più che fondata, se non lo ha mai eseguito Le suggerirei di valutare assieme al Suo Medico di Medicina Generale l'esecuzione di un Ecocardiogramma in modo da dissipare ogni dubbio.
[#2] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2005
mi scusi ma il cialis può causare un differenziale momentaneo (sotto assunzione) oppure può rovinare il sistema pressorio in modo definitivo?


le ricordo che io assumo il cialis in dosi davvero minime e con intervalli mediamente trimestrali, dosi così basse possono davvero causare un danno defnitivo alla pressione e quindi al cuore?
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

La risposta alle sue domande, in entrambi i casi è "No". Questo dipende sia dalle caratteristiche farmacologiche del prodotto che dai valori pressori in se stessi, che non comportano nessun aumento di rischio cardiovascolare. Non ricordo di aver mai alluso ad azioni volte a "rovinare il sistema pressorio". Se Le ho lasciato intendere ciò, me ne scuso perché non era questo il mio intento.

Continui pure a usare il Tadalafil (per motivi etici non utilizzo mai nomi commerciali su questi spazi) se ne ha bisogno, naturalmente sotto controllo del Suo curante :).
[#4] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2005
ah ok...ora è tutto più chiaro!! grazie 1000!
[#5] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2005
ah un ultima cosa, le valvulopatie di cui accennava sopra, si riferisce a un problema che potrei aver dalla nascita? se così fosse non avrei problemi in quanto già 5 anni fa feci un ecocardiogramma e non fu trovato nulla di anomalo.