Utente 491XXX
Salve,
sono un ragazzo di 21 anni. Soffro particolarmente il freddo negli arti (principalmente alle mani). Stasera ho fatto una partita di tennis (unico sport che pratico); la temperatura era fresca, ma non di certo fredda (intorno ai 7-8 gradi). E' risaputo che giocando a tennis la mano sinistra si muova ben poco; patito per due ore il freddo sono poi tornato a casa dove, al caldo, mi si deve essere ripristinata la normale circolazione alle mani (sinistra appunto in particolare) provocandomi un notevole gonfiore e rossore. Non sono un dottore, ma credo proprio che la reazione non sia normale. La cosa mi capita molto spesso, da anni, anche se stasera in maniera molto più marcata.
Per avere maggiori informazioni mi sembra giusto fornirvi solo altri due dettagli, anche se non ho la più vaga idea se possano essere correlati.
Il primo: all'età di 10 anni, durante una settimana bianca, mi sono trovato con i guanti fradici, dopo esser stato a giocare nella neve, ad effettuare una discesa con genitori e amici da quota 3800m dove c'erano -28°. Il tempo di effettuare la discesa, soffrendo non poco, e ho subito un principio di assideramento alle mani e piedi. Nulla di grave passati i primi 10 minutidi preoccupazione; sinceramente non so se la cosa possa essere causa dei miei disturbi.
Il secondo dettaglio, anche se non penso possa essere collegato, è il mio stile di vita; per lavoro mi trovo a passare quasi 10 ore al giorno utilizzando il computer e altre 3/4 per svago personale. Diciamo 14-15 ore al giorno, tutti i giorni, davanti al computer. So bene che la cosa non è, diciamo, salutare, ma non vedo come possa essere causa di un problema di circolazione (dico io) alle mani.

Spero di avervi dato le informazioni necessarie e mi auguro possiate suggerirmi controlli da fare o eventuali soluzioni.
Grazie infinite
Saluti

Fabio
[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Fabio
mi pemetto di risponderle anche se vedo la richiesta risalente a due mesi fa e alla quale hanno già risposto egregiamente altri colleghi sulle varie ipotesi diagnostiche.

Qualche piccolo suggerimento dal momento che l'uso del PC è tra le cause principali di problemi circolatori, di sindrome del tunnel carpale: usi un apposito poggiapolsi per il mouse in gelatina e possibilmente sostituisca il mouse con il touch pad.

Faccia, oltre all'ecografia del polso (o un Rx a cìseconda di ciò che le consiglia il suo medico) anche un Doppler funzionale per vedere se i movimenti del polso possano dar fastidio alla circolazione locale.

Infine, se questo fenomeno si presenta col freddo, sarebbe anche utile una ricerca di agglutinine fredde, che sono elementi del sangue che si attivano a determinate temperature.

la saluto e le porgo auguri di Buona Pasqua

Agnesina Pozzi