Utente 122XXX
Gentili Dottori,
consapevole della plausibilità biologica, chiedo una vostra valutazione sul rischio clinico di trasmissione della sifilide da donna ad uomo nei seguenti casi:
1) contatto prolungato mani-pene:
2) contatto prolungato labbra e lingua (della donna) con capezzoli (dell'uomo).

Tale rischio aumenta se la donna ha comportamenti sessuali molto promiscui?

Infine, dopo quanti giorni dal un presunto rapporto a rischio sono risolutivi gli esami specifici?.

Grazie per l'eventuale risposta.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
la lue, come altre Mst, non si prende a distanza, nè con la sola imposizione delle mani, ma sono richiesti contatti intimi con contatto mucosa mucosa o in cui ci siano microlesioni, per cui ci sia una penetrazione del M.O. dal contagiante al contagiato.
Poi è inutile satr lì a ripetere per filo e per segno ogni tipo di starna o meno combinazione sessuale. IL fatto è questo. SE nei vostri giochi non c'è stato contatto sangue - cute lesa, non ci può essere stato contagio, diversamente la possibilità sussiste.
Comunque le preime reazioni sierologiche per la lue cominciano a positivizzarsi dopo 15 - 20 giorni

Saluti