Utente 207XXX
Buongiorno,
innanzitutto grazie per cio' che fate.
Ho 40 anni e da 3 giorni ho notato che dalla masturbazione, l'eiaculato si presenta in modo alterato. Esce dapprima fluido e poi la parte finale molto rappresa in grumi bianchi gelatinosi. Come se il liquido fosse diviso e non piu' omogeneo. Toccando questi grumi essi hanno la consistenza propio di una gelatina compatta che sembra non legarsi al resto del liguido.
Sono molto preoccupato anche perche' stiamo cercando un figlio. A breve eseguiro' uno spermiogramma e spermiocultura. Ho letto che puo' trattarsi di un problema prostatico ma io attualmente non ho febbre. Ultimamente ho un po' esagerato sessualmente e il pene e' stato in erezione per lunghi periodi. Puo' essere un infiammazione? Inoltre il mio pene e' venuto a contatto 4 giorni prima con la saliva di una persona occasionale.
Gia' in passato ho fatto analisi per dolorini ai testicoli ma la prostata e' risultata ok e lo spermiogramma rilevava lieve astenteratozoospermia

Vi prego tranquillizzatemi grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quei grumi dipendono anche dalla alimentazione, dal funzionamento della prostata e delle ghiandole uretrali. Asdpettiamo lo spermiogramma e quant' altro. Ma francamente non ci darei peso.
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto devo ringraziare per la celere risposta...non me l'aspettavo:)
La ringrazio molto, ma quello che mi preoccupa e che non mi fa dormire..sono in uno stato pietoso...e' che la mia paura sia di quel rapporto orale ricevuto da persona sconosciuta.
Conosce una patologia come la mia riconducibile a infezioni MST? Ho una paura matta.
Io amo mia moglie come non mai e mi inventero' qualcosa per avere rapporti coperti per lameno tre mesi sino agli esami del sangue di tutto.
Non faro' mai piu' una cosa del genere.
Rassicuratemi, se potete, solo sul fatto che cio' che lamento non sia conseguenza malattia virale. E' assolutamente plusibile pensare a un infezione batterica dovuta ovviamente al contatto con la saliva magari infetta.
Sto leggendo aime' su internet e io che non sono un dottore sento 250.000 versioni e mi sento praticamente tutto. Il rischi effettivamente e' anche psicologico dato il mio stato naturalmente ansioso.
Ditemi solo per quali possibili malattie dovro' fare i dovuti accertamenti.
So che e' una scemata ma a lei diro' che con il pene ho toccato un bagno pubblico e visto che lei conosce il mio stato ansioso capira' perche' per qualche mese useremo protezioni.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Chiuda il computer. E lasci stare. Quei sintomi non significano nulla. Macchè MST
[#4] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Le voglio bene grazie
[#5] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
So che ho fatto una grossa cavolata a farmi fare sesso orale senza protezione da una.....e non me la perdonero' mai. Ritiene comunque che sia plausibile attendere questi tre mesi per fare tutti gli esami di controllo (MST)per sicurezza. Cerchero' di non leggere piu' nulla come da suo consiglio, io gia' pensavo a achissaccosa....herpes genitale...virus allieni..insomma di tutto....voglio dormire, non ce la faccio piu'.
[#6] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Scusate se vi disturbo ancora...seiete gentilissimi veramente, siete un grande punto di conforto e conoscenza.
I dubbi che mi attanagliano sono sempre legati al rapporto orale subito. Non ritiene che questi sintomi possano essere dovuti ad un infezione batterica presa attraverso l'uretra che abbiano quindi infettato prostata e quant'altro.....la saliva comunque ne contiene molti specialmente in uan persona che lo fa di "mestiere".
Sono sempre li che controllo e ricontrollo se viene fuori qualcosa. A distanza ormai di una settimana non vedo nulla di evidente, nessuna bolla arrossameto e quant'altro.
Ho paura per il virus l'herpes genitale e ho letto che si sviluppa entro 15 giorni dal contagio con segni comunque evidenti sul pene. Non dormo piu'.....mi sento addosso tutte le MST papilloma, herpes, sifilide.
Un altro piccolo aiuto se potete grazie
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
le3 ho già risposto in priovata