Utente 433XXX
cari dottori gia molte volte ho scritto e mi avete sempre tolto ogni dubbio molto professionalmente... ora perciò vi pongo il mio ennesimo quesito

una settimana fa sono stato operato di condilomi sul prepuzio + frenulo breve + fimosi non serrata, dopo qualche giorno di sanguinamenti bruciori intensi e fastidi del caso oggi a una settimana esatta di distanza l'unico fastidio è dato dall'erezione perchè i punti com è normale che sia tirano e gia so che cosi saà finchè i punti non cadranno... non ho piou nemmeno nessun gonfiore esterno

non mi è stata fatta una circoncisione classica tant'è che il chirurgo mi disse che il mio pene avrebbe avuto alla fine quando tutto sarebbe stato apposto la corona coperta ancora da un po di pelle...

oggi a una settimana di distanza sia in erezione che a pene flaccido ho il glande interamente coperto se non una piccola parte in prossimita dell'orifizio rimane scoperta in erezione... questo non mi preoccupa ma vorrei capire se è normale che NON RIESCO A SCOPRIRE IL GLANDE NE A PENE FLACCIDO NE IN EREZIONE? tant è che non sono riuscito ancora nemmeno a vedere le ferite chirurgiche perchè coperto dalla parte di glande coperto
Non mi è possibile perchè l'orlo della pelle del glande rimasto sembra stretto..

premetto che il medico dell'alone ddel policlinico dove sono stato in convalescenza per un pomeriggio (e quindi NON il mio urologo) mi disse che avrei potuto scoprirlo SOLO DOPO che fossero caduti i punti?? è giusta questa indicazione?
ricordo che è passata esattamente una settimana e tranne questo non mi da nessun fastidio il pene ne mi sembra gonfio....

grazie per la gentile attenzione, mirko

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo, normalmente in erezione il glande dovrebbe potersi esporre facilmente specie dopo un intervento di circoncisione, tuttavia lei ha avuto più tratatmenti contemporaneamente per cui potrebbe essere ancora attiva una fase infiammatoria per cui le consiglio vivamente di riferirsi all'urologo che l'ha operata che è il migliore arbitro della sua guarigione visto che conosce la situazione di partenza e l'ha operata.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#2] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
grazie dottor masala... lo farò di certo appena possibile.. ma vorrei capirci meglio un po prima.. magari farmi un idea... vedo che è di napoli io sono stato operato prprio al pliclinico di napoli... il chirurgo è stato un vero mago non ho sentito nulla...

tornando al mio quesito.. quindi diciamo che sia in erezione che a pene flaccido dovrei riuscire a scoprire il glande ma dato che ci sono stati piu trattamenti la pelle potrebbe essere irritata e questa irritazione o infiammazione qualsivoglia ha potuto rendere la pelle dell'orlo del prepuzio rimasto ancora stretta e perciò impossiilitarmi lo scoprimento...
quindi ricapitolando:
il medico che mi visitò dopo l'operazione chirurgica nella stanza dell'ospedale (che non è l'urologo che mi ha operato) e che mi ha prescritto le cure post operatorie ha detto bene quando ha detto che prima della caduta dei punti non potrò scoprire il glande??
se è si la risposta, cosa hanno in correlazione i punti di sutura del prepuzio e quest ultimo che ora risulta troppo stretto??
è possibile che a sola una settimana dall'intervento si sia formato un nuovo anello fimotico??

grazie per la disponibilità
mirko
[#3] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
voglio specidìficare che progressivamente con il passare dei giorni (oggi siamo ad 8 giorni) si sta elasticizzando la pelle del prepuzio rimasto...
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
in ogni caso, qualsiasi sia la tecnica usata, sia ben chiaro che Lei dopo l'intervento di circoncisione, dovrebbe poter scoprire agevolmente il glande a riposo ed in erezione, sino a "vedere" i punti della sutura coronale. E questo nel Suo caso è assolutamente fondamentale, visto il concomitante intervento di asportazione di condilomi prepuziali.
Mi chiedo, ma non potevano trattare prima la condilomatosi? Oppure non potevano asportare il prepuzio affetto da condilomi?
Una condilomatosi recidivante o persistente su ferita da circoncisi9one sarebbe davvero una iattuta. Ma perchè correre il rischio?
Insomma non sono d'accordo.
Ci tenga informati dell’evoluzione del storia clinica, se lo desidera.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
grazie per la risposta prof martino... anche a me sembrava strana questa condizione... tant è che appena possibile andrò a rifare visita al mio urologo... ma secondo lei da cosa puo essere proivocata questa strettura del prepuzio rimasto che ora mi copre ancora tutto il glande?? e perchè allora il medico dell'alone dell'ospedale dove sono stato ricoverato in day hospital alla mia domanda mi ha risposto che potrò scoprirlo solo dopo caduti i punti?

cmq la parte del prepuzio con i 3 condilomi che avevo è stata asportata trovandosi porprio sopra l'anello fimotico...


grazie mirko
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro Mirko ,
lei imperversa sul sito riproponendo sempre questa domanda. Purtroppo le foto che si possono valutare al precedente quesito da lei posto "Post circoncisione.." sono difficilmente valutabili ed è impossibile da questa documentazione dare un giudizio tecnico preciso come da lei richiesto. Il mio consiglio rimane sempre quello di ricontattare la struttura dove è stato operato ed il suo chirurgo oppure chiedere un consiglio "in diretta" ad un altro esperto andrologo od urologo. Solo in questo modo potrà chiarire il suo problema.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
mi scusi dottor beretta se sono stato cosi "audace" da riproporre il quesito in un nuovo 3d... ma sono non poco agitato... perchè ho paura di una nuva possibile operazione... a causa di questo deficit di elasticità... cmq oggi per la prima volta sono riuscito a vedere la ferita chirurgica dopo 9 giorni dall'intervento... a mano a mano si sta elasticizzando la pelle e sembra piu stretta solo su un versante... cmq presto per capire meglio andrò dal mio urologo...

avevo una domanda:
fino a quando dovrò pulirmi con l'acqua ossigenata??
ci potrebbe essere la possibilità di un nuovo intervento?? non chiedo diagnosi ma probabilità.. in attesa del consulto col mio urologo
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro Mirko,
se non si vede non si capisce bene il problema clinico ed è difficile darle una risposta corretta. Comunque il fatto che incomincia a vedere "qualcosa" fa ben sperare ma, mi raccomando, non entri in inutili ansie e riconsulti il suo chirurgo. Con l'acqua ossigenata vada cauto ed usi eventualmente per pulirsi una soluzione disinfettante non alcoolica che il suo farmacista potrà indicarle.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#9] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille dottor beretta... appena saprò la diagnosi del mio urologo vi terrò aggiornati

grazie come sempre per la sempre cordialissima disponibilità

mirko
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
un ultima cosa, davvero strano (un pò come tutta la Sua storia clinica!) il consiglio di utilizzare acqua ossigenata per la detersione della ferita chirurgica. Molto insolito. Immagino quello che avrà passato ad ogni medicazione...
Se vuoLe il mio parere la sostituisca con amuchina diluita. Appena Le sarà possibile chieda conferma al Suo Chirurgo di fiducia...
Affettuosi auguri per una rapida convalescenza.
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
GRAZIE PER IL CONSIGLIO PROF MARTINO MA LKE ASSICURO CHE NE ACQUA OSSIGENATA NE L'ORINARE MI HA MAI HA MAI E DICO MAI PROCURATO BRUCIORI... E NON SO PERCHE'...
CMQ GRAZIE PER IL CONSIGLIO... MANO A MANO LA PELLE CMQ STA DIVENTANDO SEMPRE PIU ELASTICA E OGGI PER LA PRIMA VOTA.. 10 GIORNI DALL'NTERVENTO SONO RIUSCITO A SCOPRIRE MEZZO GLANDE IN EREZIONE... DA QUANTO HO CAPITO SOLO LA PARTE RIVOLTA VERSO IL MIO VISO DI PREPUZIO SEMBRA NON ELASTICA EUN PO STRETTA...

MIRKO
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio!
A questo punto attendiamo la valutazione del chirurgo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#13] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
grazie cari dottori ;)

aprirò un nuovo ed appena saprò cosa fae e come comportarmi cosi da tenervi aggiornati ;)

con affetto, mirko
[#14] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
piccolo aggiornamento...

il chirurgo torna in settimana da un convegno e appena torna chiamo e fisso un appuntamento e vi farò sapere cosa mi dirà di questa mia strana situazione...

oggi a 13 giorni dallintervento è caduto un punto ne bruciori ne dolori ne fastidi ne i punti tirano quando sono in erezione... unico problema rimane questo dello scoprire il glande e un gonfiore dell'asta nella zona che guarda verso terra sotto i glande (non del prepuzio ma di cio che ce dentro sotto il glande)
sono riuscito per la prima volta a vedere tutta la corona di punti e scoprire completamnte il glande non in erezione... probabilmente cio che mi causa la difficolta di scappellare è un grosso gonfiore INDOLORE dell'asta nella zona che guarda verso terra sotto il glande


una domanda.... quando capirò quando poter non usare + er lavarmi acqua ossigenata o altre soluzioni non alcoliche e potrò iniziare ad usare semplice acqua e detergente intimo??

mirko
[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non deve essere Lei a capirlo, ma il Suo Chirurgo a consigliarlo.
:)
Affettuosi auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#16] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
è meglio che glielo suggeerisca il collega che l'ha operata che conosce la situazione locale
[#17] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
ok grazie mille gentili dottori... appena saprò vi aggiornerò

mirko
[#18] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
attendiamo allora Sue notizie.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO