Utente 185XXX
buongiorno a tutti, ho 27 anni e da un po di tempo ho dei dolori al petto con formicolio al braccio sinistro e sensi di svenimento ma molto leggeri. Premetto che ho gia fatto un sacco di esami al cuore per vedere appunto se fosse quello il problema ma per fortuna tutto negativo. Io mi trovo all'estero da un po' di tempo e questi dolori non cessano e soprattutto vengono dopo gli sforzi, anche minimi, e mi portano veramente ad essere sempre molto triste, ho richiesto anche una visita col lo psicologo ed anche lui mi ha detto che non ho problemi psicologici solo che dovrei trovare un buon medico che metta a posto i miei problemi, che se pur possano sembrare banali, a me danno molto fastidio e compromettono la mia vita giornaliera. mi capita spesso di avere degli attacchi di soffocamento che durano poco, ma sembrano letali, soprattutto di notte ( ma mi è stato spiegato che è dovuto all'incontineza cardiale diagnosticatami), e a volte ho delle sensazioni di strozzamento...... quio mi sembra di aver trovato un medico che voglia arrivare fino in fondo al mio problema, percio reinizio tutta la routine da capo partendo appunto dal cuore..... Secondo voi cosa potrebbe essere???? non è la prima volta che scrivo e le risposte datemi sono state molto gentili e professionali, pero in cardiologia, siccome non ho idea a che "reparto" dovrei spiegare i miei problemi l'ho fatto qua...... ringrazio molto della vostra cordialita e professionalità e soprattutto della vostra pazienza e devozione
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

Lei ha già eseguito tutti i controlli cardiologici, come scrive Lei stesso, quindi la cosa più probabile è che si tratti di una patologia muscolare e/o scheletrica accentuata da uno stato di ansia sottostante. Alcuni degli elementi che Lei menziona sono piuttosto frequenti nelle somatizzazioni e nel disturbo di panico.

Non mi è chiaro per quale motivo delle investigazioni valide debbano essere eseguite di nuovo, però.

Naturalmente, spero che sia chiaro come da lontano e senza un esame diretto non sia possibile fornire indicazioni attendibili. Sono d'accordo sulla necessità di trovare un medico adatto. La natura del medico dipende dalla struttura del Sistema Sanitario nel quale Lei si trova. Negli UK, ad esempio, scoprirebbe che quasi tutte le patologie che in Italia vengono dirottate alla specialistica, sono invece gestite direttamente dalla Medicina Generale e che il ricordo alla specialistica sia cardiologica che psichiatrica è molto più limitato che in Italia.
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio della immediata risposta, provero a chiedere un consulto psichiatrico anche se onestamente non credo di avere attacchi d'ansia, ma se Lei dice che potrebbe essere sottostante, lo faro'.
Penso che il motivo per il quale mi rifacciano alcuni esami e' solo per tognersi tutti i dubbi, io penso comunque che sia un problema di cervicale dovuta ad un incidente fatto circa 5 anni fa con la macchina che ha dato inizio a tutto, al principio molto saltuariamente, fino ad arrivare ad ora dove ormai convivo con questi dolori e da qualche tempo anche a dei forti giramenti di testa che durano pero 10 secondi..... La ri-ringrazio per il consulto e Le auguro una buona giornata....