Utente 137XXX
Pochi giorni fa ho avuto un "infarto acuto del miocardio" con conseguente "angioplastica coronarica". Mi è stato inserito il catetere dal braccio destro (arteria radiale)e poi arrivati all'arteria ostruita del cuore prima è stato gonfiato il palloncino e poi è stato posizionato lo stent e ristabilito il flusso sanguigno. L'intervento è andato fortunatamente bene, soltanto il pollice della mano destra che stranamente mi è rimasto intorpidito quasi fosse paralizzato. Non tutto però ma il 30% dello stesso. E' dovuto forse all'inserimento del catetere per la successiva angioplastica? Posso sperare di risentire il mio pollice tutto intero?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si, il disturbo da lei lamentato può essere legato ad una piccola lesione del nervo che decorre in vicinanza Dell arteria radiale che le è stata "bucata" per far passare i cateteri da PTCA. Di solito tuttavia dopo qualche settimana tutto ritorno a come prima .
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della cortese risposta.