Utente 147XXX
salve dottori.
è tre anni circa che proviamo ad avere un figlio ed in 2 anni ho fatto 4 spermiogrammi.
i risultiati sul numero di spermatozoi sono buoni...motilità nella media...e le forme appena sufficienti. (30% normali nell'ultimo spermigramma)
In tutti gli spermiogrammi ho i leucociti alti 1,5 x 10alla6/ml (in uno addirittura erano 5 ed è stato lo spermigramma peggiore)
A questo punto mi sono convinto che sia questo il mio problema, i leocociti sono segnale di infiammazione e peggiorano tutti i dati del liquido seminale(compresa la frammentazione del dna).
Ho fatto tutti gli esami necessari per identificare eventuali batteri ma non risulta nulla.
probabilmente infiammazione cronica della prostata e delle vescicole seminali.
Oggi ho una visita dal mio andrologo ne parlerò con lui.
Cercavo opinioni o casi trattati simili al mio.
Mi chiedo quali sono le cure in questo caso?
Come posso abbassare questi leucociti nello sperma? si parla di antiossidanti che possono aiutare...ma quali sono i migliori...esiste un farmaco per specifico per la leucospermia?
grazie!
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività +36
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la leucospermia,la cui azione diretta sugli spermatozoi e sulla
capacita' fecondante del liquido seminale e' tuttora poco chiara e contraversa,
non e' una malattia ma puo' essere espressione di uno stato flogistico delle vie seminali.Lasci perdere la frammentazione...e ci aggiorni dopo la visita andrologica,se ritiene.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
aggiorno la situazione dopo la visita...
il mio andrologo ha detto che il mio spermiogramma con valori quasi tutti vicino alla norma è un spermiogramma discreto...il liquido seminale a suo parere è in grado di fecondare.
Non ha dato molta importanza ad un numero di leucociti (1,5 X10alla6/ml) che ritiene alto ma non altissimo.
Però mi ha confermato la diagnosi di infertilità di coppia dopo 2 anni e mezzo di tentativi. dice che le cause possono essere tante ed alcune anche inspiegabili.
L'andrologo sostiene che l'età di mia moglie gioca a nostro favore.
Ha 26 anni...dice che anche lei deve fare i suoi controlli dal ginecologo come attualmente sta facendo.
Mi ha dato degli integratori ed antiossidanti e mi ha detto di provare un altro anno con tentativi mirati facendo il test dell'ovulazione.
Mi ha poi confermato che passato un altro anno prenderebbe in considerazione le ipotesi di fecondazione assistita.
La mia domanda ora è...dopo due anni e mezzo senza figli vuol dire che non ci saranno mai figli con il concepimento naturale o qualche possibilità rimane?
Consigliate subito il ricorso alla fecondazione assistita o aspettare un anno in queste condizioni può essere una buona idea?
grazie

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività +36
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la fecondazione naturale e' certamente possibile ed il tempo gioca a favore.Cordialita'.