Utente 177XXX
Un saluto sincero a tutti voi.
Sono un ragazzo di 37 anni e da Settembre 2010 ho iniziato a soffrire di IVU. Dapprima sembrava una semplice cistite trattata con Ciproxin per 7 gg ma dopo 15 gg dalla fine della cura ritornava. Da visita urologica effettuata a fine ottobre 2010 mi veniva diagnosticata una prostatovescicolite e veniva ri-trattata con Ciproxin per 15gg. Ovviamente dopo 15 gg tutto si ripeteva ed allora mi sottoposi a spermiocoltura che evidenziava escherichiacoli sensibili al principio attivo del Bactrim. Assunto il quale sembrava tutto risolto ma a Febbraio ricompaiono in modo seppur più lieve i sintomi di IVU. Altra spermiocoltura evidenziava la presenza di enterococcus faecalis mentre l'escherichia coli era andato via. Da premettere che ho rapporti sessuali solo ed esclusivamente protetti e solo con mia moglie. Finchè il 19 Marzo accade che vengo ricoverato per appendicite acuta e ricoverato d'urgenza. Il chirurgo mi disse che avevo un bell'ascesso e mi fu applicato un sondino di drenaggio. Dopo qualche altro piccolo fastidio le infezioni alle vie urinarie non si sono più presentate. La mia domanda adesso e' : vi può essere una relazione tra l'appendicite marcia che purgava batteri a più non posso alterando la flora batterica e tutte queste infezioni? Sia il mio urologo che il chirurgo che mi operò dissero che non c'entra nulla. Ma io adesso sto bene.... Ci può essere una relazione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dovrei dirle di no, ma non è il primo caso che sento.
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Innanzi tutto la ringrazio per la celere e cortese risposta. In effetti fu il mio medico curante a mettermi la pulce nell'orecchio quando ai tempi della rilevazione del Faecalis chiesi ad un certo punto : "Ma questi maledetti batteri da dove diavolo vengono?" lui mi rispose "....dall'intestino". A questo punto mi domandai se l'alterazione della flora batterica causata dai miliardi di germi nocivi presenti nell'appendice in ascesso, poteva essere la causa del mio problema... Mi dica dottore, lei ha avuto in passato pazienti con la mia stessa storia?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Si, e la penso come lei, anche se non posso ditrlo pubblicamente. Tipo batterico a parte, dubito fortemente che una appendice si ascessualizzi dal nulla in 24 ore, potrebbe essere preceduta da infiammazioni subcliniche. e poichè è vicina a prostata: oplà.