Utente 103XXX
mia suocera e' stata operata due anni fa per un melanoma al lato del naso, interno (raro!), trattata con interferone, due mesi fa si e' ripresentato, e' stata operata nuovamente, asportate le parti molli colpite, ora la stanno trattando con radioterapia. Nel frattempo e' pervenuta la diagnosi, non e' una recidiva di un melanoma, bensi' un melanoma mesotessutale. Mi potete spiegare cosa comporta questa differenza? e' un bane o un male? so che il melanoma puo' essere letale, ci hanno gia' informato anche che perdera' l'occhio a seguito della radioterapia... vorrei saperne di piu'. Grazie anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Tale termine non chiarisce il problema del melanoma, ne convalida il grado di severità evincibile dal livello di breslow e di clark e dalle caratteristiche replicative o citomorfologiche della lesione.

Non si possono quindi dare valutazioni su questa specificità a mio avviso poco utile per comprendere dalla sede telematica la lesione che si ha di fronte.

Tornate immediatamente a chiarirvi con i vostri dermatologi.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie della Sua gentile risposta. Vorrei pero' anche sapere se un melanoma cosi' grave possa essere trattato solo con radioterapia.Ho l'impressione che dove la stanno curando non sappiano che pesci pigliare. Ho sentito parlare di Siena come sede di una recente sperimentazione che ha dato grandi risultati nella cura dei melanomi, addirittura con regressioni totali. Puo' essere adatto alla sua patologia?
Grazie ancora a chi mi vuole rispondere.
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Vi do' alcune indicazioni di massima:

La conoscenza del melanoma da parte del dermatologo e' massima, così come la consapevolezza della alta refrattarietà alla terapia chemio e radio per i melanomi in stato metastatico.

Pertanto non deve intepretare come titubanza ma solo decisione su cosa fare.

Esistono in Italia soprattutto nord e centro diversi centri di eccellenza per la cura di questi tumori, ma stia attento poiché le sperimentazioni sul melanoma non permettono ad oggi di fare affermazioni su remissioni totali di una malattia di questo genere allo stadio metastatico o non iniziale, poiché solo un melanoma a basso spessore (indici di breslow e clark) può avvalersi di positive aspettative quod vitam.

Prenda queste affermazioni solo in linea teorica e non riferibili al vostro caso che purtroppo dalla sede telematica non e' possibile conoscere ne' commentare specificamente.

Carissimi saluti
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille del chiarimento. Medicitalia e' un grande aiuto e apprezzo molto la volonta' dei medici che ne fanno parte di mettersi a disposizione di tanti utenti spaesati e a volte trattati con sufficienza e distacco da una parte della classe medica.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora, NOI siamo la classe Medica.

Medicitalia e' fatta degli stessi medici che lei incontra ha incontrato ed incontrerà. Non siamo ne' più ne' meno.

carissimi saluti
[#6] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Ho da fare un chiarimento. La diagnosi di "melanoma mesotessutale" mi era stata comunicata verbalmente. Ora ho letto la diagnosi scritta, e si parla invece di melanoma della mesostruttura. Inoltre si evidenzia come NON si tratti di una recidiva. E' importante che non sia una recidiva?
Grazie ancora e scusate l'errore.
[#7] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Si parla di una lesione primaria quindi e non di una metastasi tissutale.

Questa e' la situazione che si può evidenziare da quanto scrive, fermo restando la gravita della patologia iniziale.

Cari saluti
[#8] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Quindi la lesione primaria e' meno grave della recidiva? Visto che nella diagnosi non si parla di metastasi, si puo' sperare che forse con le cure si possa riuscire a fermare la malattia? (sempre verificando i livelli di breslow e clark che ha menzionato...)
Grazie ancora.
[#9] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
La stadiazione del melanoma e' la cosa più importante (livelli, linfonodi sentinella ed approfondimenti radiologici) solo dopo quello si stila la prognosi.

Carissimi saluti
[#10] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie MILLE.