Utente 336XXX
Gent.mi Dottori,
sono ancora qui a disturbarvi. Dunque la situazione di mio marito è questa: Criptozoospermia con fsh 12,50 (700.000 spermatozoi totali e con il 100% di immobilità) siamo già in lista presso il Galliera di Genova per la ICSI e stiamo aspettando i risultati degli esami genetici.
Mio marito ha effettuato una visita andrologica con un'ecotomografia prostatica transrettale che ha escluso un problema ostruttivo evidenziando solo delle calcificazioni prostatiche ma alle quali il dottore non ha dato molta importanza ai fini del nostro problema.
Le mie domande sono queste: dobbiamo andare avanti a cercare la causa? se ci fosse qualcosa dai genetici non possiamo più tentare la pma? abbiamo possibilità di fecondazione anche con la totale immobilità?
Infine le calcificazioni potrebbero in qualche modo fare da ostruzione al passaggio degli spermatozoi?
Grazie infinite per la vostra disponibilità e per questo servizio importantissimo e utilissimo che ci offrite.
Cordiali saluti e buon lavoro.

Cristina

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,le rispondo sinteticamente :
1)Le calcificazioni prostatiche sono molto frequenti e,in genere,sono espressione di pregressi fenomeni infiammatori.Non sono indicati trattamenti per le stesse.
2)Riguardo ai tests genetici,qualora vi fossero dei problemi il Suo ginecologo o l'andrologo di riferimento Le darà le risposte adeguate
3)L'immobilità degli spermatozoi non va messa in relazione diretta con l'esito della ICSI,in quanto l'ambiente in cui avviene la fecondazione é assolutamente diverso rispetto a quello naturale.
Cordialità ed auguri
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Concordo con il collega
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

il caso di suo marito merita indubbiamente una certa attenzione da parte dei colleghi del Centro di Fecondazione in quanto , ancor oggi, la assenza di movimento dello spermatozoo corrisponde ad assenza di vitalità e quindi non lo renderebbe idoneo per una Iniezione Intra Citoplasmatica.
Saranno i biologi del centro che, valutando il liquido seminale in vari mezzi di coltura, potranno ritenere validi gli spermatozoi eiaculati oppure potranno richiedre il prelievo degli spermatozoi a livello epididimario o testicolare per avere certezza di trovare cellle ( gameti) vitali
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Grazie a tutti voi per le rapide risposte che mi avete fornito. A dire il vero il Dott. Pozza mi ha creato un po' di preoccupazione in più anche perchè a riguardo ho letto opinioni contrastanti, so che la la ICSI si fa proprio per ovviare il problema della mobilità visto che lo spermatozoo viene iniettato e non sapevo che immobilità volesse dire non vitale. Spero tuttavia di poter esporre tutti i miei dubbi al nostro centro e di avere ancora delle speranze.

Grazie ancora e buon lavoro.

Cristina
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
non si crei inutili problemi. A volte troppe informazioni nuocciono . Comunque concordo con il collega Izzo: "l'immobilità degli spermatozoi non va messa in relazione diretta con l'esito della ICSI,in quanto l'ambiente in cui avviene la fecondazione é assolutamente diverso rispetto a quello naturale" e quindi immobili non vuol dire non vitali. Segua le indicazioni dei colleghi del Galliera ,noti a chi si occupa di patologia della riproduzione umana per la loro esperienza riguardo le problematiche riproduttive anche maschili.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#6] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
CAra lettrice

Concordo con i colleghi, l'immobilità non è in relazione alla vitalità.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Grazie di cuore per le vostre cortesi risposte, in effetti leggendo le vostre opinioni mi sento un pochino più tranquilla e spero davvero che le cose vadano per il verso giusto.

Grazie ancora e buon lavoro a tutti voi.

Cristina
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio ed incrociamo le dita!
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ci mantenga informati se le fa piacere
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
comunque ,se desidera avere più informazioni su questo tipo di tematiche può anche leggere il semplice manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollatti Boringhieri Editore, Torino.
Un altro consiglio che posso darle per confrontarsi e conoscere altre persone con il suo stesso problema è quello di consultare il nuovo forum sull’infertilità al sito: www.madreprovetta.org.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org