Utente 263XXX
gentile dottore sono un'insegnante di eduazione fisica che per motivi di salute ( cervicalgia con protrusioi discali e stato ansioso causato per l'accudimento di due genitori malati e anziani )ha deciso di di essere sottoposta a visita collegiale per essere utilizzata temoraneamente in altri compiti. Bene dopo avere valutato tutti gli aspetti della nuova situazione in merito alla quale mi sarebbe riconosciuta la temporanea inidoneita' ,sono stata informata del fatto che avrei dovuto fare anche la revisione della patente qualora mi fosse riconosciuta considerato che nella certificazione risulta la diagnosi di stato ansioso.Mi chiedo se cio' esatto oppure no...se cosi fosse dovrei andare incontro a spese per la motorizzazione e inutili perdite di tempo ..ma avere uno stato ansioso comporta questo tipo di iter | io sono in grado di guidare benissimo non ho ne' nevrosi ne psicosi !
grazie !
[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti
40% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

Se durante la visita medico-legale per l’accertamento di invalidità civile emergono patologie che "possono compromettere la capacità di guida" e l’interessato è fornito di patente, la commissione medica invia una segnalazione alla Prefettura.
La Prefettura provvede poi a comunicare il nominativo alla Commissione medica Provinciale per le patenti speciali affinché l’interessato venga convocato a visita di revisione per l’idoneità alla guida.

Per le visite collegiali effettuate in ASL, è facoltà del collegio medico effettuare tale segnalazione.

Distinti Saluti.