Utente 207XXX
salve,
le volevo chidere gentilmente un informazione;
in data 21/05/2010 a causa di un incidente in moto ho riportato una frattura biossea avambraccio sinistro e sono stato sottoposto a osteosintesi radio con placca e ulna con filo di kirschner e dopo aver eseguito tt le terapie e riabilitazioni sono riuscito ad riaquisire quasi il 100x100 delle capacità motorie del polso.
in data: 21/05/2011 sono stato sottoposto ad intervento chirurgico di RIMOZIONE PLACCA E VITI TERZO MEDIO-DISTALEE AVAMBRACCIO SINISTRO. Durante il ricovero ho eseguito esami ematochimici, esami rxgrafici, ECG.
TERAPIA ESEGUITA: profilassi antibiotica, terapia analgesica.
CONCLUDO E VENENDO AL DUNQUE DELLA DOMANDA chiedendo se è normle che dp la rimozione della placca di 4 giorni fà, tutt'ora risento di un formicolio che limita il tatto, è normale?? se basta aspettare tempo e ritorna tutto normale ??
SONO UN RAGAZZO DI 18 ANNI,
LA RINGRAZIO DI CUORE ANTICIPATAMENTE,
CORDIALI SALUTI..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
In genere la via d'acceso per la rimozione di una placca dal radio prevede la divaricazione di strutture muscolari e di alcuni nervi sensitivi superficiali. Se lei sente toccare (=la cute ha mantenuto la sensibilità) anche se in presenza di alterazioni della sensibilità ( formicolio + riduzione della capacità di discriminare due punti di contatto vicini+ riduzione del grado di senbilità).
Sono diturbi di solito transitori che nel giro di alcuni giorni e/o settimane scompaiono da soli senza reliquati.
Cordialità
Dr.A.Valassina