Utente 207XXX
Gentili dottori, nell'ultimo anno mi sono sottoposto a qualche trattamento di epilazione laser all'alessandrite, presso studi medici diversi.

Premetto di avere una pelle molto chiara ed il pelo scuro.

Ho notato però che nei trattamenti di epilazione con laser che ho fatto nel primo centro medico, il quale utilizzava il modello della Candela,
la mia pelle restava arrossata soltanto per un giorno o max due, dopodichè con una crema lenitiva applicata il rossore svaniva del tutto.

Cambiando centro medico e quindi modello del laser (Epixan Xl della Baasel Lasertech) questo mi ha lasciato la pelle molto più arrossata e bruciacchiata, visibile per molti più giorni nonostante mi abbiano dato delle creme preparatorie da applicare sulla zona trattata sia prima che dopo il trattamento.

Informandomi un po' ho appreso che il vantaggio del laser Candela, stà nel suo sistema di raffreddamento cutaneo che diminuisce di molto gli effetti collaterali, quali appunto forte arrossamento della zona trattata.

A questo punti vorrei chiedervi se è normale che altri tipi di laser (diversi da Candela) arrossino molto di più la pelle e che i rossori (e qualche macchia più scura) siano visibili poi per diversi giorni.


Grazie a tutti anticipatamente.




Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
il sistema di raffreddamento nei laser è essenziale, quindi è altamente probabile quello che lai afferma. Non ho mai utilizzato personalmente Epixan Xl della Baasel Lasertech quindi non sono in grado di fornire ulteriori ragguagli a tale proposito. Certamente posso affermare che il sistema di raffreddamento della Candela è probabilmente il più efficiente attualmente in commercio e che non è l'unico parametro a determinare reazioni cutanee (sono altresì importanti fluenza, spot e tempo di esposizione).
Cordiali saluti