Utente 207XXX
Salve, ho 26 anni e conduco una vita normale (lavoro in ufficio, fidanzato da 1 anno, faccio sport aerobico e anaerobico). Il mio problema riguarda la vita sessuale poichè credo di soffrire di E.P. ma in forma lieve, cioè nello specifico, in un rapporto sessuale non ho problemi con i preliminari perchè riesco tranquillamente a controllare l'eiaculazione per molto tempo, il problema sorge con la penetrazione poichè dopo circa 2-3 minuti avverto lo stimolo e tale condizione riesco a controllarla per 2-3 volte usando tecniche come Stop&Start, pensare ad altro, rallentare le spinte o inserire il preservativo. Tutto ciò riesce a prolungarmi il rapporto di circa 10 minuti ovviamente con numerose pause e ciò finisce per rendere impossibile il raggiungimento dell'orgasmo da parte della mia partner. In conclusione vorrei sapere se soffro di E.P. e se metodi naturali (Humor Naturdieta)o farmaci (dapoxetina) o altro potrebbero risolvere il mio problema. Grazie in anticipo a tutto lo staf.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
si soffre di eiaculazione precoce, per la sola ragione che i tempi della sua eiaculazione costituiscono un problema per l'appagamento sessuale suo e della sua partner.
Per quanto riguarda i rimedi, diffiderei dei rimedi fai da te o consigliati dall'amico, ma mi rivolgerei a un andrologo che affronterà il problema sotto tutti gli aspetti e valuterà l'eventuale terapia più indicata.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua risposta però volevo sapere se secondo Lei è possibile guarire da questo disagio e come mai i preliminari non mi causano E.P. Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Si è possibile che migliorino le prestazioni fino a diventare soddisfacenti e quindi non più con EP; non si guarisce perchè non è una malattia.
Con i preliminari non è presente EP perchè durante i preliminari è più facile interrompere la stimolazione per quel tanto che è necessario per abbassare la eccitazione e evitare di raggiungere la soglia dell'eiaculazione ed inoltre perchè durante i preliminari è presente un minore coinvolgimento rispetto a quello che si raggiunge con la penetrazione.

Cordialmente
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo al collega andrologo nella risposta.
La diagnosi andrologica diviene indispensabile per comprendere le cause dell'e.p. e, per valutare un piano terapeutico calibrato a lei ed alla sua coppia.
L'ambiente vaginale, oltre per l'aspetto simbolico, è quello a più alto impatto emotivo e sensoriale, contribuendo a velocizzare i tempi eiaculatori.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità( incluse quelle psicogene e relazionali), possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione
Legga, se desidera, questi miei articoli, potrà trovare qualche spunto di riflessione.
Saluti


http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/243/Eiaculazione-precoce-quell-incontrollabile-fretta-del-piacere

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/581/Eiaculazione-precoce-solitudine-e-sofferenza-di-chi-ne-soffre