Utente 143XXX
Gentili dottori,

Ho 22 anni e Vi scrivo perché ho avuto negli ultimi due anni alcuni forti ed improvvisi attacchi d'ansia, immotivati e non legati ad una particolare situazione. In entrambi i casi ero in periodo di forte stress a causa dell'università e del lavoro. Con delle pastiglie di valeriana la situazione migliorava molto, però temporaneamente. Dopo l'ultimo episodio avvenuto recentemente ho provato ad assumere l'integratore di vitamine B "Berocca" e le sensazioni d'ansia che avevo dopo qualche giorno sono scomparse. E' probabile una correlazione tra le due cose? Io da sempre ho la lingua a "carta geografica" ed in genere in questi periodi di stress è maggiormente "tagliuzzata". Che esami devo fare per vedere se effettivamente ci sia una carenza di vitamine? E' necessaria una sospensione dell'integratore per l'esame? E' possibile una patologia di carenza vitaminica o è anche probabile che siano "cali" temporanei?


Grazie e cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
lo stress incide molto,anche perchè provoca indirettamente variazioni nele abitudini di vita e può causare ansia.Una corretta alimentazione è fondamentale soprattutto quando si svolgono attività che richiedono molto impegno,anche mentale.Una integrazione di vitamine va bene,basta che non si ecceda troppo, posono aiutare asentirsi più in forma ( ma da sole non bastano) e quindi a ridurre alcuni sintomi.


Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.