Utente 212XXX
Salve,
ho 37 anni, maschio, 1,75cm x 63kg.
da 1 settimana ho smesso di fumare dopo circa 20 anni a 15 sigarette al dì in quanto il fumo mi provocava INTENSI sintomi cardiaci, vasovagali, intestinali e non solo.
mi sto aiutando con la sigaretta elettronica aggiungendo 0,6mg di nicotina all'aroma per poi andare a scalare, ma purtroppo quando "svapo" (così si chiama il vapore della sigaretta elettronica) avverto ancora qualcosa che non va in area cardiaca: palpitazioni, qualche aritmia, malessere e sensazione di "ingombro".
certamente la nicotina può causare aritmie etc etc, ma la mia domanda intende essere molto precisa, ovvero: in un soggetto SANO la nicotina non dovrebbe causare sintomi nel momento dell'assunzione, o sbaglio? ne è la prova che conosco molte persone che fumano e non accusano alcun sintomo DURANTE l'assunzione. quindi mi chiedo: se io ne accuso significa che il mio è un cuore già malato. o no?
faccio presente che ho avuto una ventina di episodi di fibrillazione atriale documentati, la maggior parte avvenuti a distanza di 8 ore dopo aver mangiato pizza. inoltre segnalo inoltre dolicocolon la quale fessura splenica spinge su fino al diaframma.
grazie mille anticipatamente per i vostri pareri.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La nicotina non fa bene a nessun cuore: quando lei "svapa" come dice lei, la nicotina arriva direttamente al cuore , lassorbimento e' rapidissimo e tipicamente provoca gli effetti collaterali che lei descrive. Quindi le conviene smettere, anche perche' la nicotina puo' provocare spasmi arteriolari, anche coronarici e cerebrali.
Per cio' che riguarda i suoi episodi di f.a. parossistica (venti?) mi meraviglia che lei
1- non sia in trattamento anticoagulante orale con Coumadin
2- che non assuma antiaritmici
3- che si ostini a "sfidare" il suo cuore assumendo nicotina
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  


dal 2011
che la nicotina non faccia bene a nessun cuore ne sono pi che certo, ma a lungo termine.
la mia domanda però era: se in un cuore sano la nicotina non causa sintomi immediati nel momento dell'assunzione (e ne sono la prova la maggior pate dei fumatori sani), significa che se il mio accusa sintomi vuol dire che non è sano?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei si sbaglia a dire che la nicotina faccia manleverebbe a lungo termine, è vero proprio il contrario e cioè che la emivita della nicotina è di soli 20 minuti nei quli provoca vasocostrizione diffusa, quindi anche coronarica e cerebrale.
Mi pare inoltre che lei trascuri invece il rischio rischio tromboembolico legato alle sue frame ti recidive di f.a. Parossistica in assen di terapia anticoagulante.
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  


dal 2011
salve nuovamente,
quindi come spiega che quando io fumo mi sento male e la maggior parte della gente che conosco non accusa alcun sintomo?

circa invece il trattamento anticoagulante ne parlerò al mio cardiologo. c'è però da dire che gli episodi di FA sono durati tutti da pochi secondi a una ventina di minuti. solo 1 volta l'episodio non cessava e sono stato cardiovertito con flecainide ev.
lei ritiene che comunque sarebbe bene che assumessi un anticoagulante/antiaggregante/antitrombotico (non conosco la differenza) come ad es l'aspirina o chi per essa?
cordialità
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se lei fuma e si sente male il buonsenso, non la scienza le direbbe di non fumare neppure quelle sciocche sigarette elettriche..
Per cio 'che riguarda l'anticoagulante orale, che non e' l'aspirina (antiaggregante) sarebbe meglio che eli interpellasse il suo cardiologo curante, per evitare che io debba scriverle pagine di informazioni.
L'importante, come al solito sono i concetti:
- se fumo e sto male, non fumo
se ho la fibrillazione atriale parossistica, venti episodi, seppur brevi, devo purtroppo assumere anticoagulanti orali.
Cordialmente
cecchini
[#6] dopo  


dal 2011
Dottore,
perdoni ma non è questo il punto. è chiaro che se non sto bene mangiando le patate il buon senso mi dice di non mangiarle più e faccio del mio meglio per evitarle (anche se il paragone non ci azzecca molto dal momento che le patate non danno dipendenza..), non sono proprio un idiota totale. ciò che però vorrei capire, ed è punto chiave della mia domanda è PERCHE' quando un soggetto sano fuma non accusa sintomi cardiovascolari e io invece si. tutto qui. una domanda semplicemente tecnica che si aspetta una spiegazione scientifica.

circa l'anticoagulante prendo atto, ne parlerò al mio cardiologo e la ringrazio per il consiglio.

cordialità
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La variabilita' da soggetto a soggetto e' ovvia, e paradossalmente chi fuma di piu', si abitua (tachifilassi) all'azione della nicotina, tanto che non avverte piu' alcun disturbo. esattamente quello che succede a chi non fuma per 24 ore all'accensione della prima sigaretta.
Arrivederci
cecchini
[#8] dopo  


dal 2011
capisco..anche se mi chiedo se nel mio caso potrebbe trattarsi di piccole ischemie transitorie causate dalla vasocostrizione da nicotina.
La ringrazio
Arrivederci
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le ho spiegato finora che la nicotina crea vasocostrizione , cardiaca e cerbrale..
arrivederci
cecchini
[#10] dopo  


dal 2011
ma che per qualche ragione alla maggior parte delle persone non crea alcun sintomo, a me invece fa quasi finire all'ospedale... indagherò per capire se vi siano problemi ischemici o altro che la nicotina peggiora. questo spiegherebbe il perchè sto così male fumando.
grazie
arrivederci