Utente 205XXX
Salve,sono un ragazzo di 19 anni. Esattamente lo scorso 18 aprile ho cominciato a sentire una specie di "pallina" piuttosto grande sopra la zona anale in direzione coccige..Immediatamente il giorno dopo sono andato dal medico che mi ha confermato la presenza di una ciste e mi ha detto di non fare assolutamente niente e se si infiammava andava tolta chirurgicamente..
Ho anche chiesto al medico se togliendo i peli qualcosa si sarebbe risolto e lui mi ha detto assolutamente no.. Completamente senza speranze di evitare un'operazione ho voluto tentare il tutto x tutto.. Applicando la crema depilatoria sulla zona (con molti peli) e appena tolti tutti si sono cominciati a vedere 2 fori dai quali si intravedevano ancora dei peli..Sottolineo che questa operazione è stata fatta dai miei genitori ,togliendo i peli che si intravedevano la cisti è diminuita istantaneamente ..Il giorno successivo abbiamo chiesto il consiglio di un medico specialista in medicina omeaopatica e dato che non era infiammata mi ha prescritto PYROGENIUM 5ch(4 granuli 3 volte al giorno) e la pomata all'ittiolo.. Le reazioni sono state molto soddisfacenti..la cisti è scesa tantissimo e ora è vicino all'ascesso.. Il problema è che sono quasi 2 settimane che è cosi..A volte la sento piccola e a volte leggermente più grande...I sintomi sono un leggerissimo prurito e a volte pulsante.. La zona si è fatta nera 2 volte e la pelle è caduta (penso sia per la reazione della pomata)...
Dato che si sta avvicinando l'estate vorrei avere un consiglio su cosa dovrei fare per non rovinarmela..vorrei sapere con la vostra esperienza se continuerà a diminuire e se si chiuderanno i fori o ascessi e quali sono i tempo "normali di guarigione " con questa terapia?
Mi scuso per la lunghezza del messaggio ma ho voluto descrivervi tutto in dettaglio ..
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il primo consiglio è di rivolgersi ad un chirurgo esperto in proctologia che visitandola definisca bene la diagnosi (tolti i due peli la cisti si è ridotta - peli incarniti?; la cisti è scesa tantissimo ed ora è vicina all'ascesso - ascesso fistolizzato?, due entità distinte?);
se confermerà la presenza di un ascesso perianale prima di tentare la risoluzione chirurgica continui con i suggerimenti del collega omeopata perchè non raramente i risultati sono molto soddisfacenti.

Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto grazie della cortese attenzione,però non mi è chiaro perchè lei parla di due peli poichè io nn ho specificato il numero dei peli (anche perchè ne erano molti di più e l'operazione è stata ripetuta per un paio di giorni);una seconda domanda che mi pongo è perchè "ascesso fistolizzato"..cioè in altre parole anche se la dimensione è molto piccola e vicina ai 2 "fori" questo non è un segno di guarigione?Può ancora formarsi una fistole in queste condizioni e soprattutto in queste dimensioni?
Grazie ancora
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'evoluzione del quadro può essere la più varia, dalla completa risoluzione alla cronicizzazione del disturbo; è per questo che le suggerisco la supervisione specialistica.
(il riferimento era ai "due fori", immagino i peli fossero numerosi, a volte ne basta uno solo).

Cordilamente.
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Gentile medico ci tenevo ad informarla della visita del chirurgo proctologo..
Egli ha diagnosticato la presenza di 2 fistole coggicege non infiammate(i 2 fori di cui parlavamo)..Ha specificato che al momento non necessita di operazione chirurgica tuttavia semmai decidessi di opararla ora, sarebbe una piccola operazione perchè l'osso è molto vicino (sempre parole sue)e si risolverebbe con pochi giorni.. mentre se decidessi di aspettare e la situazione dovesse peggiorare il taglio aumenterebbe proporzionalmente ai punti..
Ovviamente ha anche specificato che non è sicura l'infiammazione e ha detto che la pulizia è fondamentale come lo è stato anche togliere i peli poichè le abbiamo impedito di espandersi..
Ha consigliato il mare (ovviamente pulito),ma ha sconsigliato l'uso dell'ittiolo e del pyrogenium (schiaritemi le idee su chiesto consiglio)...

Appena tornato a casa ho subito chiamato l'omeopata che me le ha prescritte ed egli ha scongliato l'operazione e ha specificato che l'uso dell'ittiolo è quello di "sfiammare"e quindi di continuare la cura x altri 3 mesi..
Io penso di optare per il parere dell'omeopata..lei cosa ne pensa?

Grazie davvero..
[#5] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il proctologo ha riscontrato una condizione non infiammata a differenza del quadro inziale probabilmente ciò si è verificato grazie alla terapia effettuata.
Ora che le fistole non sono attive sconsiglia correttamente ittiolo ed altre forme di terapia;
sappiamo però dell'efficacia del Pyrogenium e di altri omeopatici tanto nella cura e quanto nella prevenzione di eventuali recidive.
Continuerei quindi con la terapia omeopatica.
Grazie a lei per averci consultato.

Cordialmente.