Utente 522XXX
Età:61
Mi è stato asportato dalla piramide nasale un cistoadenoma apocrino della dimensione di circa mm 4x4x3. Ho cercato in vari dizionari medici senza trovare una spiegazione precisa. Il suffisso -crino fa pensare ad una origine ghiandolare, il che mi preoccupa essendo in attesa dell'esito dell'esame istologico.
Non ricordo quando è comparso. In gennaio aveva l'aspetto di una piccola vena varicosa sul naso. In seguito diventando più evidente e più riconducibile ad una ciste, dopo eco, rx, e visita otorino, ho deciso, pur non essendo indicata come urgente, l' asportazione per motivi estetici.
Ora temo di aver fatto un'imprudenza.
Chiedo gentilmente un parere sulla situazione,una spiegazione del tipo di adenoma e delle conseguenze dell'asportazione e se c'è il pericolo di riformazione. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
L'idrocistoma apocrino deriva dalla porzione secretoria delle ghiandole apocrine. Si tratta di un tumore benigno, pertanto non deve temere conseguenze. Se ho ben capito e' in attesa dell'esame istologico, e questo e' molto importante per la certezza diagnostica.
Cordiali saluti
Dr. Davide Brunelli
[#2] dopo  
Dr. Roberto Benucci
20% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Rimango perplesso sulla diagnosi clinica formulata dato che si tratta di una diagnosi istologica che il clinico può solo ipotizzare. Se cosi fosse non ci sono problemi dato che si tratta di una lesione benigna.
Dr. Roberto Benucci
IDI - ROMA