Utente 495XXX
Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 29 anni e sto con una ragazza di 25 da più di 5 anni.Da circa un anno non abbiamo rapporti sessuali.Dal punto di vista sentimentale, ci adoriamo, non potremmo fare a meno l'uno dell'altro ma allo stesso tempo ci rendiamo conto che non vi è più la passione di prima.Io sono una persona piuttosto chiusa e, anche rendendomene conto del problema, non sono mai riuscito ad affrontarlo.
Fortunatamente lei è una persona molto schietta ed è per questo che è riuscita a spronarmi.
Il fatto strano è che, questo calo del desiderio è da parte di entrambi.Lei mi ha sempre dichiarato che l'atto non gli è mai piaciuto ma si rende conto che non è possibile per un ragazzo di 29 e 25 anni non avere una vita sessuale regolare.
La nostra unione è molto forte, infatti non riusciamo ad immaginarci non insieme.Per certi versi sembra essersi creato un rapporto di amicizia intensa,quasi gemellare.Lei ha una situazione personale particolare in quanto le è mancato il padre all'età di 16 anni ed ha subito quindi un giustificato trauma per questa mancanza.Quello che vi chiedo è, se potete darci una mano ad affrontare questo problema che riconosciamo e, magari a risolverlo.La volontà c'è da parte di entrambi di risolvere questo problema anche perchè siamo molto uniti. Tutto questo è normale?Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Sicuramente avete bisogno di un supporto psicosessuologico. Non è corretto da parte di chiunque partecipi a questo forum azzardarsi a formule ipotesi diagnostiche. Prendete contatto con uno dei validi psicosessuologi del forum.

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
concordo nel consigliarle un consulto sessuologico
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto