Utente 194XXX
Salve, gentili dottori.
Allora a seguito di una prostatite a Febbraio, mi è stato prescritto il tavanic. terminata la cura, la coltura delle urine ha dato esito negativo e quindi come se fosse stata debellata.
nei mesi successivi non sono stati presenti nemmeno dei sintomi, ma per scrupolo 2 settimane fa ho fatto la spermiocoltura. Il risultato è questo:
Leucociti 5/6
Emazie 0/1
Ricerca diretta Trichomonas negativa
miceti assenti
ph 7,6
Sviluppo colonia: Enterococcus spp 7000 ufc/ml
Ricerca Mycoplasma, ureaplasma urealyticum, candida o altri miceti, gardnerella, neisseria gonorrhoeae tutte negative.

Il mio medico mi ha prescritto come da antibiogramma actira 5cpr riv 400mg, 1 compressa al giorno per 10 giorni.
Vorrei chiedervi innanzitutto se secondo voi è la cura giusta e inoltre vorrei chiedervi se anche la mia ragazza deve prendere lo stesso antibiotico pur non avendo sintomi. Facciamo sesso senza preservativo in quanto lei prende la pillola. Inoltre vorrei dirvi se durante questo trattamento dobbiamo fare sesso protetto oppure questo enterococcus spp non si trasmette per via sessuale.
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sempre, in corso di antibioticoterapia ed in presenza di una sospetta infezione delle vie uro-seminali, è bene avere rapporti protetti, nel frattempo sentire anche l'urologo della sua ragazza, fare le valutazioni colturali del caso e, se presente microrganismo, iniziare anche per lei un'antibioticoterapia sempre guidata dall'antibiogramma.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Salve, grazie per la risposta.
Lei crede che la moxifloxacina sia giusta come cura?
Ecco l'antibiogramma: (scrivo solo quelli sensibili)
Ampicillina <2
Imipenem <1
Levofloxacina 1
moxifloxacina <=0,25
Teicoplanina <=0,5
Vancomicina 1
Nitrofurantoina <16

considere che sono allergico alla penicillina, quindi non posso prenderla.
Il mio medico di base mi ha prescritto l'actira 400mg per 10 giorni poichè ha detto che è quello più sensibile.
Grazie per l'attenzione
saluti
Marco
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua l'indicazione ricevuta , mi sembra corretta.
[#4] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Salve, grazie ancora per il suo tempo che mi ha dedicato. Le vorrei porre un ulteriore quesito:
A febbraio ho avuto una lesione di 1-2° grado del collaterale laterale del ginocchio dx ma poi con riposo e fisioterapia sono guarito senza operazione. Ho letto che la moxifloxacina può creare problemi o dolori ai tendini. Per caso può crearmi problemi al collaterale del ginocchio?
Inoltre, finito il trattamento con actira dopo quanti giorni posso andare al mare ed espormi al sole?
Grazie ancora di tutto
Saluti
Marco
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutti i chinolonici posssono dare problemi a livello tendineo.

La moxifloxacina poi viene eliminata dal plasma con un’emivita terminale media di circa 12 ore e quindi 1 o al massimo 2 giorni possono bastare ma, viste le particolari questioni farmacologiche da lei sollevate sposto il suo quesito anche in tale area.

Un cordiale saluto.