Utente 933XXX
In data Giugno 2009 a mio figlio allora di 25 anni, é stato asportato un neo sulla coscia destra risultato poi, all'esame istologico essere un xantogranuloma. Io allora, impegnato ad accudire mia moglie, poi deceduta per un tumore polmonare, non ho seguito tutto l'iter fidandomi degli esami da lui effettuati per il decorso della cicatrice etc. Solo oggi, a distanza di due anni, mi sono accorto per caso che nel punto dell'intervento é cresciuta una massa carnosa che ha destato la mia preoccupazione. Mio figlio non me ne aveva mai parlato ritenendo che fosse un normale processo di cicatrizzazione. Vi scrivo pertanto per sapere se puó trattarsi di qualcosa di pericoloso. Le informazioni raccolte su internet parlano quasi esclusivamente di xantogranuloma giovanile e non sono riuscito a capire se puó essere maligno.
Aspettando con ansia un Vostro riscontro, ringrazio in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora,
lo xantogranuloma dovrebbe essere una patologia benigna. Perlatro, ciò che ha notato sulla cicatrice di suo figlio, va definito, senza partire con l'idea che si tratti di una malignità.
Contatti subito un buon dermatologo per avere l'inquadramento del problema, cosa che da qui, con tutta la nostra buona volontà e partecipazione per la sua vicendad umana, è impossibile.

Saluti