Utente 201XXX
Buongiorno,
da 3 giorni mia mamma di 72 anni è stata ricoverata in ospedale per un intervento programmato di splenectomia. E' stata sottoposta ad anestesia generale e le è stata praticata la puntura epidurale. Dal momento del risveglio sta accusando forte disorientamento associato a vuoti di memoria; solo per una mezza giornata era completamente in se e preciso che non ha mai avuto di tali problemi a casa nella sua vita. Il punto è che quando si trova in questa fase scambia continuamente il posto dove si trova con altri dei suoi ricordi, non ricorda di essere li per aver fatto l'intervento, crede che deve ancora fare l'intervento e in generale produce frasi sconnesse pescando come a caso tra i ricordi preoccupandosi di cose inesistenti. Raramente le capita di avere brevi allucinazioni sporadiche. Tutti i medici e gli infermiei ci disono essere l'effetto dell'anestesia, ma ora dopo poco più di 3 giorni cominciamo a preoccuparci che non possa esserci qualche altro problema. Tali fenomeni sono riconducibili a quanto ci viene detto? C'è il rischio che restino dei danni cerebrali a seguito di questi fenomeni?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, mi spiace contraddire, ma l'Anestesia non può essere chiamata in causa in alcun modo, almeno farmacologicamente parlando e se la sua conduzione è stata, come credo, senza problemi.
Tali fenomeni non sono rari in persone anziane (anche se non vecchie) e che, anche se apparentemente in buona salute, si trovano in un equilibrio che l'ospedalizzazione e lo stress da intervento globalmente inteso, può sovente alterare. Sono passati pochi giorni e l'esperienza mi dice che si dovrebbe normalizzare: voi le dovete stare vicini con pazienza e senza rimproverarla quando non ricorda e dice cose strane, aiutandola e correggendola. Il ritorno a casa nel suo ambiente dovrebbe essere la svolta finale per la normalità.
Stia tranquilla e se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Gent.le Dott.ssa Martin,
grazie per la sua tempestiva risposta. Mia mamma è stata dimessa venerdì scorso e ora, dopo un paio di giorni che è ritornata nel suo ambiente, il fenomeno sembra del tutto scomparso. Ogni tanto ricorda che quando era in ospedale credeva di essere in un altro posto e che faceva domande strane e a caso per cui tendiamo a tranquillizzarci. Altri conoscenti che abbiamo sentito in questi giorni hanno manifestato più o meno la stessa esperienza a seguito di intervento. Il medico dell'ospedale ci ha comunque detto di considerare una visita neurologica se il fenomeno dovesse ripresentarsi o non scomparire del tutto.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, credo che il fenomeno non si ripresenterà spontaneamente. E' stato indotto da un evento particolarmente stressante e non vuol dire che la mamma abbia una patologia neurologica.
Per il momento fatela riprendere completamente e serenamente dall'intervento, controllandola in modo molto discreto.
Cordiali saluti ed auguri.