Utente 159XXX
Gentili dottori,
vorrei porre alla Vostra attenzione il seguente quesito: sono un ragazzo di 23 anni e da qualche settimana sto seguendo un regime dietetico caratterizzato da una discreta presenza di soia. In particolare in una giornata mediamente assumo a colazione 4-5 biscottini ad alto tasso di soia e a pranzo e cena una fresella tonda da 100 grammi con soia al 70%.
Ho letto una pubblicazione scientifica che riconduceva negli uomini che assumevano regolarmente soia una dimostrata minore concentrazione di spermatozoi sani (41 milioni per mg) in quanto l'alimento agisce sulla produzione di estrogeni; la domanda quindi è : è sconsigliato per gli uomini mangiare soia?
Io attualmente non ho intenzione di procreare ma per il futuro potrebbero esserci problemi ?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

l'assunzione di grandi quantità di soia e per tempi prolungati può provocare alterazioni ormonali che si possono ripercuotere sulla spermatogenesi. Questa condizione è di solito reversibile alla sospensione dell'assunzione della soia.
Nel suo casobisognerebbe valutare la quantità di soia contenuta nei prodotti che consuma per valutare se è eccessiva o meno.

Cordailmente
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Dottore la quantità è questa: due freselle da 100 grammi al 70% farina di soia, 60 grammi di biscottini al 60% soia. E' troppo? In ogni caso lei dice che con un periodo di pausa dall'assunzione di soia torna tutto regolare?
[#3] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Il quantitativo non è trascurabile e può indurre una alterazione seminale che comunque rientrerà nella norma con la sospensione dell'assunzione della farina di soia.

Cordialmente