Utente 203XXX
Buongiorno,
vi chiedo un consiglio per la mia mamma. Ha 71 anni e da quando ne ha 53 assume mezza pastiglia per la pressione (NORVASC 10 mg)al mattino. Ora, sono un paio di anni che la pressione è piuttosto bassa, ma il medico alle nostre richieste di dimezzare ulteriormente la dose risponde che è preferibile di no.
Adesso la pressione anche dopo aver mangiato è 50/105 e la mamma si sente stanca. Cosa ne pensate? Grazie per la risposta e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sebbene il valore riportato rientra ampiamente nella norma, evidentemente il collega avrà dei buoni motivi per consigliarle ancora il mantenimento terapeutico. Chieda le effettive motivazioni sull'approccio terapeutico, a distanza non è possibile indicarle un differente trattamento senza conoscere la paziente.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.
Per precisare la mia mamma non ha problemi cardiaci o di colestorolo, glicemia o trigliceridi alti. Tutto è cominciato dopo la menopausa senza però altre complicanze.
Cosa ne pensa ora?
La ringrazio nuovamente per la pazienza.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Ha mai effettuato un ecocardiogramma e/o un Holter pressorio? L'esecuzione di tali esami permetterebbero di prendere una decisione in merito.
Saluti